"Logistica e violenza", un convegno a due mesi dalla morte di Abd Elsalam

"Logistica violenza", questo il titolo del convegno previsto il 19 novembre all'Auditorium Sant’Ilario a due mesi dalla morte di Abd Elsalam davanti alla Gls investito da un tir

"Logistica violenza", questo il titolo del convegno previsto il 19 novembre all'Auditorium Sant’Ilario. Parteciperanno Roberta Lombardi deputata Movimento Cinque Stelle, Giorgio Cremaschi Forum Diritti Lavoro, Arturo Salerni legale della famiglia di Elsalam e i delegati del Coordinamento nazionale della logistica dell’USB. 
"Due mesi fa un lavoratore della logistica, impiegato in una ditta in appalto presso un magazzino della GLS di Piacenza, veniva investito da un camion mentre picchettava l’azienda per protestare contro il mancato rispetto di un accordo sindacale. Un omicidio compiuto contro un lavoratore in lotta non accadeva in Italia da tanti anni. La Procura di Piacenza ha provato a derubricare la vicenda a incidente stradale, i sindacati complici hanno manifestato sei settimana dopo in difesa della legalità, le istituzioni locali non hanno voluto partecipare neanche ai funerali di Abd Elsalam. E la grande azienda multinazionale nega ogni responsabilità". Si legge in una nota di Usb.

"Assistiamo così ad un vero e proprio imbarbarimento della vita sociale. La violenza con la quale si vogliono regolare i rapporti nel settore della logistica viene coperta, giustificata e legittimata. I tassi di sfruttamento raggiungono nella logistica livelli altissimi, le irregolarità e le illegalità delle aziende sono la norma e tutto il sistema degli appalti e dei frequenti cambi di nome delle cooperative ne sono uno degli esempi più evidenti. La verità e la giustizia per Abd Elsalam sono una battaglia fondamentale per chi vuole difendere la democrazia e i diritti di chi lavora in Italia. Ed anche la battaglia per conquistare condizioni di lavoro e di sicurezza migliori nel settore della logistica passa per il riconoscimento esplicito delle responsabilità che hanno le grandi aziende multinazionali del settore nel favorire il consolidarsi di un sistema fondato sulla violenza e sull’illegalità", concludono. 

 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento