Lucciola picchiata e sfruttata, 40enne a processo

L’avrebbe picchiata, sfruttata e si sarebbe fatto consegnare i soldi che guadagnava prostituendosi. Con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione il 21 settembre è cominciato il processo nei confronti di un 40enne

L’avrebbe picchiata, sfruttata e si sarebbe fatto consegnare i soldi che guadagnava prostituendosi. Con l’accusa di favoreggiamento e sfruttamento della prostituzione è cominciato il processo nei confronti di un 40enne. Secondo le indagini della Polizia municipale nel 2015, coordinate dal sostituto procuratore Antonio Colonna, l’uomo dopo aver conosciuto la donna romena di 36 anni avrebbe cominciato a farsi consegnare il denaro, arrivando anche a picchiarla e, in un caso, a procurarle una frattura al naso. Il 21 settembre, è iniziato il processo davanti al collegio presieduto da Italo Ghitti, a latere Fiammetta Modica e Ivan Borasi. Il pm Colonna e il difensore dell’imputato (che ha il divieto di dimora a Piacenza), l’avvocato Giandanese Nigra hanno chiesto di sentire alcuni testi e di far trascrivere alcune intercettazioni telefoniche. L’incarico è stato affidato al perito Alessandro Manfredi, che consegnerà i risultati fra due mesi. La romena si è costituita parte civile con l’avvocato Emanuele Solari. Il processo è stato rinviato.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • L'annuncio di Bonaccini: «La regione torna “zona gialla” da domenica»

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Il divieto di spostamento tra comuni non piace a nessuno: «Così non potranno vedersi genitori e figli»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento