Lusetti visita il centro "Inacqua": «Esperienza pilota per la sanità cooperativa»

Il presidente nazionale di Legacoop Mauro Lusetti: «La cooperativa sociale Inacqua di Piacenza costituisce un'esperienza pilota a livello nazionale»

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di IlPiacenza

«La cooperazione sempre più impegnata per erogare servizi di protezione sociale universalistici e di qualità, anche in campo sanitario. E quella della cooperativa sociale Inacqua di Piacenza costituisce un'esperienza pilota a livello nazionale»: sono i concetti ribaditi nel corso della visita del presidente nazionale di Legacoop Mauro Lusetti al centro medico della cooperativa sociale piacentina: ad accompagnarlo il presidente di Inacqua Marco Carini, i vertici di Legacoop Emilia Ovest, con il presidente Andrea Volta e i due vice Maurizio Molinelli e Luca Bosi, e il presidente di Fare Mutua Marco Gaiba.

Il vicepresidente di Legacoop Emilia Ovest Maurizio Molinelli ha sottolineato il valore delle attività sviluppate in questi anni da Inacqua: «La cooperazione attraverso esperienze come questa si candida ad erogare servizi di protezione sociale alla portata di tutti secondo la formula mutualistica. Inacqua si conferma un'impresa sociale in grado di arricchire l'intero territorio». 

«Lusetti, dopo Giuliano Poletti e Ivano Barberini, è il terzo presidente nazionale di Legacoop che visita il nostro centro - ha spiegato Marco Carini - e ha potuto constatare l'originalità della nostra esperienza e il suo alto tasso di innovazione. Qui vengono erogati servizi unici in campo sanitario e il mondo della cooperazione è interessato ad approfondire le opportunità di sviluppo, per estendere le prestazioni di qualità a più pazienti possibile». 

All'incontro ha partecipato anche Marco Gaiba, che in qualità di presidente di Fare Mutua sta seguendo il progetto di sanità cooperativa a livello nazionale: «Abbiamo ripercorso le tappe della crescita della cooperativa Inacqua anche perchè quella di Piacenza può essere considerata un'esperienza pilota per tanti aspetti». 

Torna su
IlPiacenza è in caricamento