Maestre diffamate su Facebook, decine di decreti di condanna

Diffamazione, le insegnanti erano state fatte oggetto di attacchi sul social con ingiurie, offese e minacce

Il Tribunale sta presentando il conto a chi su Facebook ha diffamato le maestre coinvolte nell’inchiesta sui presunti maltrattamenti all’asilo nido Farnesiana. Sono decine i decreti penali di condanna, per il reato di diffamazione, richiesti dal sostituto procuratore Antonio Colonna, titolare dell’indagine principale, al giudice per le indagini preliminari. Il decreto prevede una sanzione pecuniaria di alcune centinaia di euro. Finora erano state presentate 106 querele nei confronti di altrettanti piacentini che con frasi ritenute offensive avevano apostrofato le due insegnanti. Di recente, dopo una nuova ondata di ingiurie via Facebook, una delle due maestre ha deciso di sporgere altre querele.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Entrambe le maestre restano indagate, ma sono da tempo tornate in libertà. Alla fine di luglio dello scorso anno erano partiti dalla procura decine di avvisi di garanzia che avevano raggiunto chi aveva insultato e minacciato le due insegnanti. Agli attacchi, tra l’altro, non erano sfuggiti nemmeno i magistrati e gli avvocati che assistono le donne. La procura, attraverso la Polizia postale, aveva identificato gli autori e fatto scattare l’indagine. Intanto, la procura potrebbe emettere presto il decreto di chiusura indagini.  presto l’indagine sui maltrattamenti. Le due donne vennero arrestate dai carabinieri il 25 maggio, accusate di maltrattamenti, e poste agli arresti domiciliari. Dopo un mese erano tornate in libertà. Le due donne sono difese dagli avvocati Luigi Alibrandi e Vittorio Antonini (assistono Paola Vezzulli) e Monica Magnelli (che difende Giulia Rossi).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento