Maltratta e umilia le zie per la droga e le manda sul lastrico: in quattro mesi "bruciati" 70mila euro

Ha umiliato, maltrattato, truffato e derubato le sue zie per comprarsi la cocaina riuscendo a portare via loro 70mila euro in 4 mesi. Le teneva, fanno sapere dalla procura, in uno stato di terrore e paura

Ha umiliato, maltrattato, truffato e derubato le sue zie per comprarsi la cocaina riuscendo a portare via loro 70mila euro in 4 mesi. Le teneva, fanno sapere dalla procura, in uno stato di terrore e paura e le ha costrette ad andare a chiedere l'elemosina nel paese dove abitavano, Rivergaro. In carcere con le accuse di maltrattamenti, estorsione, e truffa aggravata è finita la nipote 45enne e con lei i suoi spacciatori. A sgominare la rete di spaccio e a "liberare" le due zie anziane, i carabinieri del paese guidati dal luogotenente  Roberto Guasco e coordinati dal sostituto procuratore Matteo Centini. Le indagini sono partite dalla segnalazione di un cittadino al comandante: aveva visto una delle zie uscire dalla Posta in lacrime. 

A breve aggiornamenti. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Scaraventano un cancello contro la polizia per scappare dopo il colpo: quattro arresti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento