Cronaca

Maschere di Halloween senza etichetta e fori per respirare, la Finanza ne sequestra 20mila

Operazione Halloween Sicuro: sequestrata merce per 40mila euro di valore. Le fiamme gialle: «Oggetti potenzialmente pericolosi per la salute»

Alcune delle maschere sequestrate dalla Finanza di Piacenza

La Guardia di Finanza di Piacenza ha sequestrato circa 20mila maschere di Halloween potenzialmente nocive per la salute. E' questo il risultato dell'operazione Halloween Sicuro: le fiamme gialle hanno rivolto l'attenzione sulla sicurezza dei prodotti «al fine di arginare il fenomeno dell’immissione sul mercato di oggetti pericolosi per la salute» dicono al comando provinciale di Piacenza.
«L’attività - dice la Finanza in una nota - eseguita dal nucleo polizia economico-finanziaria di Piacenza, si è conclusa con il sequestro di circa 20mila articoli tra maschere di Halloween, giocattoli ed articoli di bigiotteria per un valore commerciale complessivo di circa 40mila euro. La disciplina, facente capo a precise e stringenti norme legislative europee e nazionali, riassunte in tale contesto nel codice del consumo, stabilisce che le etichettature dei prodotti non costituiscano una mera “formalità” bensì sono da ritenersi “indispensabili” perché consentono al consumatore di valutare se tali prodotti, sottoposti alla vendita, rispondano a tutti quei requisiti di sicurezza e salubrità richiesti. Tuttavia, trattandosi di prodotti il cui uso prevede un contatto diretto con la pelle, la mancanza dell’indicazione circa i materiali di fabbricazione impedisce alla clientela di prendere le dovute precauzioni con riferimento ad eventuali sostanze che possano causare allergie».

«Inoltre, nel caso di specie - proseguono le fiamme gialle - le maschere di Halloween sono risultate pericolose poiché sprovviste degli appositi fori posti in prossimità di naso e bocca, il cui utilizzo ne impedisce la regolare respirazione. La violazione alla vigente normativa e, in particolare, delle disposizioni del sopracitato codice del consumo (d.lgs. 206/2005) ha comportato, conseguentemente, il sequestro amministrativo della merce.
Questa attività testimonia il costante impegno della Guardia di finanza a presidio della sicurezza economico- finanziaria del Paese, volto a tutelare, nella fattispecie, anche la sicurezza dei cittadini attraverso il contrasto del commercio di prodotti potenzialmente nocivi per la salute dei consumatori».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maschere di Halloween senza etichetta e fori per respirare, la Finanza ne sequestra 20mila

IlPiacenza è in caricamento