rotate-mobile
Giovedì, 9 Dicembre 2021
Cronaca Montale / Via Bartolomeo Riva

Maxi rissa a Montale, faida tra appassionati di tuning. Cinque denunce e chiusura dei chioschi food

Le indagini della polizia hanno permesso di risalire ai primi cinque partecipanti che sono stati denunciati. Disposti tre giorni di chiusura anche per i due esercizi commerciali itineranti di via Riva

Cinque persone sono state denunciate dalla polizia per la maxi rissa avvenuta a Montale la sera di sabato scorso, quando numerosi giovani si sono picchiati, con anche bottigliate e spranghe, nel piazzale di via Riva davanti ai due chioschi food all'angolo con la via Emilia, rendendo necessario l'intervento in forze di volanti di polizia e carabinieri. Le indagini svolte dalla squadra mobile e dagli agenti della sezione anticrimine della questura hanno permesso di individuare cinque tra i tanti partecipanti, ma la cerchia degli indagati potrebbe allargarsi ulteriormente visto che sono ancora in corso indagini per risalire anche agli altri che vi hanno preso parte. «La rissa - dice la questura in una nota - era sfociata a causa di dissidi tra due gruppi contrapposti di appassionati di auto tuning, avventori dei due diversi esercizi commerciali itineranti».

Nei guai sono finiti quattro uomini e una donna, di età compresa tra i 45 e i 22 anni, tutti italiani e con precedenti. Sono stati denunciati per il reato di rissa, uno di loro anche per porto abusivo di armi, per aver brandito durante la rissa una spranga di ferro.
I cinque indagati, anche alla luce dei rispettivi precedenti, sono stati colpiti dalla misura di prevenzione dell’avviso orale, mentre la Divisione Polizia Amministrativa della questura ha notificato ai gestori dei due chioschi la chiusura di 3 giorni per l'articolo 100 del Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza.

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Maxi rissa a Montale, faida tra appassionati di tuning. Cinque denunce e chiusura dei chioschi food

IlPiacenza è in caricamento