In Egitto due medici piacentini salvano la vita a una sub ungherese

Due dottoresse piacentine del 118, Irene Triggia e Teresa Iannicelli, hanno salvato la vita a una sub ungherese 58enne colpita da embolia dopo un ictus in immersione, prestando le prime cure. Lo riporta La Cronaca

Due medici del 118 di Piacenza, Teresa Iannicelli e Irene Triggia, hanno salvato la vita a una sub ungherese di 58 anni durante la loro vacanza sul Mar Rosso, in Egitto. Lo riporta La Cronaca stamane, con un articolo di Giampietro Bisaglia.

Secondo quanto si è appreso, le due dottoresse piacentine avevano appena terminato qualche giorno fa la loro immersione nelle acque di Dahab, nei pressi di Sharm El Sheik, quando la loro attenzione è stata catturata da due istruttori che stavano portando fuori dall'acqua a peso morto il corpo di una donna con l'attrezzatura da sub, immobile. Appurato che non si trattava di un'esercitazione, i due medici hanno capito subito la gravità della situazione, visto che la 58enne ungherese non respirava. Forse era stata colpita da embolia cerebrale dopo un ictus.

"Abbiamo iniziato la ventilazione bocca a bocca - hanno spiegato al quotidiano di via Chiapponi -, mentre la nostra istruttrice è andata in auto a prendere il kit medico con una pocket mask e una bombola d'ossigeno: dopo 4 minuti la paziente ha ripreso il respiro spontaneo, e abbiamo proseguito con la maschera reservoir e l'ossigeno. Abbiamo anche notato che aveva un'emiparesi alla parte sinistra del corpo. Urgeva il trasporto in ospedale".

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ma vista la difficoltà di reperire un'ambulanza a breve è stata improvvisata una lettiga su un pick-up di un signore, fino all'ospedale di Dahab, dove la 58enne, accompagnata dalle dottoresse e il marito, è stata sottoposta a un ciclo di ossigenoterapia in camera iperbarica. Ma grazie al pronto intervento degli "angeli" piacentini del 118 se la caverà.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento