Michele Serra restituisce la tessera Anpi di Piacenza

Il popolare giornalista nella sua rubrica quotidiana su “Repubblica” annuncia la decisione di non rinnovare la tessera

Michele Serra restituisce la tessera dell’Anpi sezione di Piacenza. Il popolare giornalista di “Repubblica”, nella sua rubrica “L’amaca” del 13 dicembre, ha annunciato che rinuncerà alla tessera dell’associazione, che gli era stata consegnata proprio a Piacenza in seguito ad un incontro pubblico in Sant’Ilario. «Sono iscritto all’Anpi, associazione partigiani d’Italia – scrive nella sua celebre rubrica quotidiana -. Tessera numero 69163, sezione di Piacenza. La presi nel 2011 al termine di una bella manifestazione pubblica, piena di ragazzi. Perché sono antifascista e perché mi faceva piacere riavere in tasca una tessera dopo tanti anni. L’Anpi, per giunta, non è un partito, è un’associazione unitaria nata a tutela dei valori della Resistenza: comunisti, socialisti, cattolici, repubblicani, liberali, azionisti e anche monarchici furono tutti presenti, a vario titolo, nella guerra partigiana. Così, almeno, mi insegnarono nelle sezioni del Pci, dove mi sono formato politicamente. Già durante la campagna referendaria mi sono chiesto se la natura unitaria dell’Anpi non fosse messa a dura prova dal ferreo schierarsi del suo gruppo dirigente a favore del No e contro il Sì. Ora l’Anpi, sull’abbrivio del successo del No, spedisce ai suoi iscritti lettere dei “Comitati del No” nelle quali si annunciano nuove mobilitazioni contro alcuni provvedimenti del governo Renzi. Questo si chiama: uso indebito della propria funzione. Dopo aver pagato i bollini dal 2013 al 2016 (sono moroso per mia negligenza) restituirò la tessera. Peccato, è tricolore e credevo rappresentasse l’antifascismo, non una corrente di partito. P.s. - Avrei preso la stessa identica decisione se avessi votato No al referendum; o se l’Anpi assumesse posizioni filogovernative».

L'amaca-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

Torna su
IlPiacenza è in caricamento