Minaccia i genitori e appicca un incendio in camera, arrestato

I carabinieri di San Nicolò hanno arrestato un 23enne del paese per aver minacciato i genitori e aver appiccato un incendio in casa. Il giovane ha problemi di tossicodipendenza e voleva dei soldi

Ha dato di matto, poi ha appiccato il fuoco alla propria stanza da letto e infine è stato arrestato dai carabinieri della stazione di San Nicolò. In manette, con l'accusa di minacce e incendio doloso è finito un 23enne del paese. Tutto è iniziato nella serata del 29 novembre quando il giovane che ha problemi di tossicodipenza, ha cominciato a minacciare la madre e il padre cercando di farsi dare dei soldi ed è diventato violento tanto che i due sono dovuti uscire per chiamare il 112. Quando sono rientrati in attesa dell'arrivo dei militari hanno scoperto che il giovane aveva dato fuoco ad alcune coperte e all'armadio della propria camera. I carabinieri, con il comandante Mario Congiu, hanno spento il principio di incendio e non senza fatica hanno bloccato il 23enne anche con l'aiuto di una gazzella del Radiomobile di Piacenza. E' stato arrestato e ora si trova alle Novate. 







 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

  • Animale sulla strada, si ribalta con l'auto in un campo: ferito

Torna su
IlPiacenza è in caricamento