rotate-mobile
Martedì, 18 Giugno 2024
Cronaca Pontenure / Via Roma

Minaccia la moglie con un coltello, marocchino allontanato da casa per sei mesi

Prima applicazione della legge contro il femminicidio. L'episodio è avvenuto a Pontenure e farne le spese è stato un uomo di 53 anni. Futili i motivi della lite che avevano portato la donna a lasciare la casa e chiudersi in auto

Prima applicazione nella nostra provincia di una norma contenuta nella legge di contrasto del femminicidio varata in settembre. A farne le spese è stato un marocchino residente a Pontenure. L’uomo è stato allontanato da casa per sei mesi. Il provvedimento è stato adottato dai carabinieri di Pontenure e autorizzato dal sostituto procuratore Ornella Chicca. L’allontanamento dovrà ora essere convalidato dal giudice per le indagini preliminari.

L’episodio ha visto coinvolta una donna nordafricana di 40 anni che per sfuggire la marito che la minacciava con il coltello è fuggita di casa e si è rifugiata in auto. Nonostante la paura, la donna ha telefonato ai carabinieri. Nel frattempo, il marito, un uomo di 53 anni, era sceso in strada e la stava cercando.

I carabinieri sono accorsi e hanno rintracciato l’uomo. Condotto in caserma, il comandante della stazione, il maresciallo Luciano Salatino, ha denunciato l’uomo per minacce aggravate e ha avvisato il pubblico ministero, il quale ha concesso l’autorizzazione per il provvedimento che allontanava l’uomo da casa e gli proibiva di avvicinarsi.

La famiglia è integrata da tempo e i tre figli frequentano regolarmente le scuole. Anche se in passato c’erano stati degli screzi, questa volta l’uomo ha perso il controllo arrivando a minacciare pesantemente la moglie.

Fatta per tutelare le donne, la legge non consente le segnalazioni anonime, ma mantiene segreta l’identità di chi le fa. La legge prevede anche che le donne immigrate che subiscono violenza e maltrattamenti in ambito domestico possano ottenere il permesso di soggiorno dopo aver ascoltato il parere dell’autorità giudiziaria. La legge prevede anche che gli autori delle percosse invece potranno essere espulsi. l’arresto in flagranza obbligatorio per i reati di maltrattamenti in famiglia e stalking.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Minaccia la moglie con un coltello, marocchino allontanato da casa per sei mesi

IlPiacenza è in caricamento