Moldavo arrestato evade dalla questura: preso due ore dopo in via Romagnosi

Protagonista della breve fuga un moldavo di 30 anni che si trovava negli uffici di viale Malta dopo essere stato arrestato dalle volanti nella giornata del 13 gennaio in viale IlPiacentino. E' stato riacciuffato in via Romagnosi vicino al suo avvocato

Immagine di repertorio

E' riuscito ad evadere dalla questura senza farsi vedere ma è stato riacciuffato due ore dopo dalla polizia in via Romagnosi. Protagonista della breve fuga un moldavo di 30 anni che si trovava negli uffici di viale Malta dopo essere stato arrestato dalle volanti nella giornata del 13 gennaio in viale IlPiacentino nel Quartiere Roma. Lo straniero era stato fermato mentre passeggiava tranquillamente con un connazionale di 24 anni.  Espulso nel marzo del 2015 e accompagnato alla frontiera, è rientrato in Italia violando il divieto di tornare prima dei 4 anni previsti dalla legge contenuta nel Testo Unico sull'Immigrazione, e quindi per lui sono scattate le manette. 

Portato in questura c'era rimasto fino alla mattina del 14 gennaio quando, per cause ancora in via di accertamento, avrebbe forzato una porta e sarebbe scappato a gambe levate, forse scavalcando i cancelli sul retro dell'edificio. Nel frattempo in tribunale si stava svolgendo il processo che lo vedeva imputato, il suo avvocato aveva chiesto i termini a difesa e l'udienza era stata rinviata. Una volta scoperta la fuga, la polizia ha immediatamente dato vita a una caccia all'uomo in città. Il moldavo, dopo una ricerca a tappeto è stato trovato in pieno centro, in via Romagnosi vicino allo studio del suo avvocato. E' stato di nuovo arrestato dalle volanti e dalla squadra mobile, stavolta per evasione e per falso perché, oltre a un documento valido moldavo, aveva una carta d'identità romena con la sua fotografia ma con false generalità. La nuova normativa in materia di antiterrorismo, dopo la strage di Charlie Hebdo, prevede l'arresto in quanto un documento di quel tipo agevola l'espatrio e i movimenti nell'Unione Europea. Ora si trova di nuovo nelle celle di sicurezza in questura. L'uomo ha alle spalle diversi precedenti penali per reati contro il patrimonio e lesioni. Sarà processato per direttissima. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Cade dalle scale di casa e batte la testa, è grave

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

Torna su
IlPiacenza è in caricamento