Molestatore seriale del treno, condannato a 4 mesi dopo la colluttazione con la polizia

Il giudice: 4 mesi per l’accusa di resistenza a pubblico ufficiale. Il marocchino, che ha scelto il rito abbreviato, dovrà ora rispondere dell’accusa di violenza sessuale su una ragazza appena scesa dal treno

E’ stato condannato a quattro mesi, con il rito abbreviato, ed è tornato a casa sua, a Codogno, dove dovrà rispettare gli obblighi di dimora e di firma. Si è concluso il 26 aprile il processo per direttissima nei confronti di un 24enne marocchino accusato di resistenza a pubblico ufficiale. Il giovane è stato arrestato dai poliziotti della Volante dopo un movimentato episodio nei giardini della stazione, dove il giovane era stato bloccato dopo una colluttazione. Il marocchino era stato individuato dopo la denuncia di una ragazza lituana di 24 anni che avrebbe ricevuto avances moleste sul treno e poi sarebbe stata aggredita - lui le avrebbe toccato un gluteo - appena scesa dal treno.

Il giovane, che è incensurato ed è difeso dall’avvocato Roberto Ferroni, ha risposto al giudice Sonia Caravelli, fornendo una propria versione dei fatti. Il pm Monica Bubba ha chiesto la convalida dell’arresto e la misura degli arresti domiciliari. La difesa, però, si è opposta negando il reato di resistenza e affermando che al ragazzo erano stati chiesti i i documenti che lui, però, non voleva dare. In quel caso, secondo Ferroni, la polizia lo avrebbe dovuto denunciare per rifiuto di fornire le generalità. Il giudice, al termine, ha convalidato l’arresto e disposto l’obbligo di dimora e quello di firma.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Per il 24enne, però, non è finita qui perché la procura sta svolgendo le indagini - è indagato per violenza sessuale - dopo la denuncia della giovane lituana aggredita. Una scena a cui avrebbero assistito alcuni testimoni in stazione. Inoltre, sul giovane pendono i sospetti per altre aggressioni a sfondo sessuale, sempre sul treno, di cui sarebbero rimaste vittime almeno 5 donne. A metà aprile, a bordo di treno regionale, alcuni passeggeri avevano chiamato le forze dell'ordine segnalando che due donne erano state molestate. Lo straniero era stato bloccato dai carabinieri e dalla Polfer sui binari a Piacenza, poco dopo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Sbanda con l'auto e si ribalta, è grave

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento