Montascale inutilizzato in via Aveto, Civardi (Pdl): «Spreco di denaro»

Montascale inutilizzato in via Aveto, dopo l'interrogazione di Civardi (Pdl) e la risposta dell'ass. Brambati, il pidiellino risponde: «Con la risposta resa dall'assessore si certifica di fatto lo spreco di denaro e la mancanza di controlli preventivi»

Il montascale in via Aveto a Borgotrebbia

«Con la risposta resa dall’assessore Brambati si certifica di fatto lo spreco di denaro, la mancanza di controlli preventivi e successivi e l’incapacità o la non volontà di agire: un quadro non certo entusiasmante per il cittadino».

Questo il commento lapidario del consigliere Civardi (PDL) alla risposta dell’Amministrazione alla sua interrogazione sul montascale per disabili sito al sottopasso di Via Aveto, disattivato nel 2003 dopo pochissimi mesi di utilizzo per diverse problematiche ad esso legate. «Nel 2003 – si legge nella risposta – l’Azienda USL esprimeva perplessità sulle caratteristiche del servoscala, non adatto per i disabili non autosufficienti e comunque non adeguato anche per i disabili autosufficienti».

«Per quanto sopra – prosegue Brambati – si ritiene che i suddetti impianti non possono essere rimessi in funzione e pertanto gli stessi possono essere rimossi compatibilmente con le disponibilità finanziarie, anche se date le caratteristiche dell’impianto non è ipotizzabile utilizzare l’impianto in altra struttura».

«Appurato quindi dieci anni fa – commenta Civardi - che il montascale, posizionato da ente Ferrovie, non era adatto agli usi per cui era stato richiesto dall’Amministrazione comunale, occorreva, così come sollecitato più volte dalla Circoscrizione n. 2, che si valutasse una sua rimozione, anche al fine di evitare danneggiamenti alla struttura».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

E infatti, in conclusione di risposta, l’assessore Brambati ricorda come siano stati «programmati interventi di messa in sicurezza della struttura per i pedoni, con posizionamento di barriere di protezione fissa per l’interdizione del servo scala, in quanto si è constato che le protezioni originarie erano state danneggiate o rimosse». «Con un po’ più di cura per le cose e di lungimiranza – conclude Civardi (PdL) – penso che si possano facilmente evitare sprechi di denaro e disagi per i cittadini».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Come non sporcare la mascherina con il trucco

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento