Scomparso da casa da tre giorni, si cerca un 32enne nella Bassa

L'uomo avrebbe lasciato l'abitazione a Castelvetro, dove vive insieme alla moglie, senza più rientrare. L'ultimo accesso al cellulare giovedì mattina a Caorso. Lo cercano lungo le rive del Po i carabinieri

Foto di repertorio

Sono in corso dal giorno di Natale le ricerche di un 32enne scomparso da casa, a Castelvetro, nel tardo pomeriggio del 23 dicembre. L’uomo, originario di Monticelli ma residente nel comune confinante, si sarebbe allontanato alle 19 dell’antivigilia. La moglie, non vedendolo rientrare, ha avvisato i carabinieri della Stazione di Monticelli giovedì pomeriggio e i militari hanno attivato il Piano provinciale per le ricerche, coordinato dalla Prefettura. La sera del 24 dicembre sono scesi in campo anche i vigili del fuoco per le prime ricerche lungo gli argini del Po da Caorso fino al ponte che collega Castelvetro a Cremona. Proprio a Caorso, il cellulare del 32enne avrebbe agganciato la cella telefonica all’alba del 24 dicembre. Nella mattinata di sabato 26 dicembre sono al lavoro ancora i carabinieri della Stazione di Monticelli: stanno pattugliando le sponde del Grande Fiume ma dell’uomo e della sua auto, con la quale si sarebbe allontanato - una Opel Corsa -, non vi è alcuna traccia. Intanto proseguono gli accertamenti per comprendere i motivi dell'allontanamento. Alcuni suoi amici hanno lanciato anche un appello sui social pubblicando anche una sua fotografia.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento