Morto dissanguato ad Ancarano, eseguita l’autopsia 

Il decesso di un 28enne dopo una lite con la fidanzata. La procura indaga per omicidio colposo. Per ora nessun indagato

Giorgio Simone

Si è svolta il 23 aprile l’autopsia sul corpo di Giorgio Simone, il 28enne morto una settimana fa nell’abitazione di Ancarano di Rivergaro, dove viveva con la compagna. A eseguire l’esame autoptico, disposto dal sostituto procuratore Ornella Chicca, è stato il medico legale di Pavia, Paolo Moretti. L’autopsia ha previsto anche gli esami tossicologici. La procura ha aperto un fascicolo ipotizzando l’omicidio colposo, ma per ora non ci sono indagati. Fondamentale per contestare eventuali responsabilità sarà la causa della morte e altri elementi che emergeranno dall’autopsia che potrebbero chiarire anche la dinamica del decesso. Al vaglio ci sono anche i tempi dell’intervento dei sanitari e il referto del pronto soccorso.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La famiglia Simone è assistita dall’avvocato Mario Coppola (Foro di Lecce). Il passaggio successivo, atteso dai familiari, sarà il rilascio da parte della procura del nulla osta alla sepoltura. Il giovane, un operatore socio sanitario pugliese, era morto dissanguato nella serata del 16 aprile nell'abitazione nella quale conviveva con la sua ragazza. Le indagini sono condotte dai carabinieri di Rivergaro guidati dal maresciallo Roberto Guasco. Secondo una prima ricostruzione, fra i due ragazzi sarebbe scoppiata una lite. La donna, un’infermiera, si sarebbe quindi chiusa in una stanza. Simone avrebbe deciso di aprire la porta colpendola con un calcio e sfondando la porta di vetro. Si sarebbe, però, tagliato in profondità le arterie dei polpacci morendo così dissanguato in pochi minuti. La fidanzata aveva subito avvertito il 118. I sanitari del 118 hanno fatto di tutto per salvarlo, ma le sue condizioni sono apparse subito gravissime. Anche la giovane, sotto choc, era poi stata visitata la pronto soccorso.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento