Morto dopo tre coltellate: la procura non esclude nessuna ipotesi, nemmeno il suicidio

Il medico legale ha constatato tre ferite d'arma da taglio al ventre compatibili sia con l'ipotesi dell'omicidio sia con l'ipotesi del suicidio. La procura ha aperto un fascicolo contro ignori, i carabinieri sono coordinati dal pm Daniela Di Girolamo

I sanitari del 118 sul posto (Foto Gatti)

Morte di Singh Arvinder. La Procura ha aperto un fascicolo contro ignoti ed allo stato nessuna pista può essere esclusa: il medico legale ha infatti constatato tre ferite d'arma da taglio al ventre compatibili sia con l'ipotesi dell'omicidio sia con l'ipotesi del suicidio. Il cadavere dell'indiano 38enne - si legge in una nota della Procura - sarà sottoposto all'autopsia (con relativi esami tossicologici) nei prossimi giorni all'istituto di medicina legale di Pavia, mentre il coltello usato verosimilmente, è stato trovato sporco di sangue ad alcuni metri dal corpo, lo stanno analizzando i carabinieri del Ris. A coordinare le indagini dei carabinieri il sostituto procuratore Daniela Di Girolamo. I militari stanno sentendo in queste ore tutti i familiari e i vicini di casa della vittima come persone informate sui fatti. Il tragico fatto di sangue è avvenuto ieri sera, 7 giugno, in strada del Colombarone a Castelsangiovanni nei pressi della zona industriale e a poche centinaia di metri dall'azienda agricola dove l'uomo lavorava ed abitava con la famiglia (ha due figli piccoli). I sanitari del 118 (automedica, autoinfermieristica e il personale dell'elisoccorso di Brescia), con loro anche la Pubblica Assistenza di Castello, lo hanno trovato agonizzante a sul ciglio della strada. Hanno fatto di tutto per salvarlo ma è morto: una delle coltellate potrebbe aver reciso l'aorta addominale, non lasciandogli quindi scampo. Sul posto per primi i carabinieri di Sarmato e di Castello con i rispettivi comandanti, poi sono arrivati per i rilievi quelli del Nucleo Investigativo e della sezione operativa. Alla base della tragica morte potrebbe esserci stata una lite furiosa tra parenti poi degenerata o in un omicidio o in un atto volontario del 38enne. Le indagini sono in corso. 

>>IL VIDEO<<

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Tenta un sorpasso a velocità folle poi si ribalta e tenta di scappare a piedi: denunciato

  • Nina Zilli porta Guido Meda in giro per la Valtrebbia

  • San Polo, camion di pomodori si ribalta e perde tutto il carico

  • Diventano parenti al matrimonio e poi si picchiano al bar: due feriti e una denuncia

  • Rissa al Tuxedo, parla il gruppo dei campani: «Noi offesi, minacciati e insultati»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento