menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Municipale, Sulpl: «Spostando il comando a Borgo Faxhall non si risolve nulla»

Diccap Sulpl: «Il nostro caro sindaco Dosi continua a non rispondere ai nostri accorati appelli e a trincerarsi dietro al muro del silenzio. Magari verremo a fare un giro anche noi al ritiro di giunta, forse ci ascolterà»

«Il nostro caro sindaco Dosi, continua a non rispondere ai nostri accorati appelli e a trincerarsi dietro al muro del silenzio. Vogliamo ricordare al sindaco che "la prima autorità parte dal buon esempio e che rispondere è cortesia". Questa assurda politica della non risposta, dell'ignorare le richieste dei lavoratori, del calpestare la loro dignità a chi gioverà? Ci sono forse in gioco intressi o logiche di partito? Chi può dirlo». A dichiararlo in una nota Miriam Palumbo, coordinatore del sindacato Diccap-Sulpl. 

Di fatto, ad oggi - continua la nota - anche con l'arrivo del nuovo Comandante, il sindaco non ha risolto neanche uno dei problemi della Polizia Municipale della città di cui lui è primo cittadino, tra gli altri vogliamo ricordarne solo alcuni:

1. FESTIVO INFRASETTIMANALE un agente di polizia municipale in una giornata festiva infrasettimanale (come un Natale ad esempio) lavora per sei ore portando a casa 18 euro lordi, poichè l'Amministrazione, arbitrariamente, ha deciso di non riconoscee ai diversamente impiegati comunali in divisa il riposo compensativo che gli permettebbe di recuperare le sei ore che eccedono il normale orario di lavoro. Il negare questo diritto comporta anche una grave discriminazione rispetto ai normali impiegati comunali che in un giorno festivo infrasettimanale possono godersi la festività tra le mura domestiche con i propri familiari.

2. VISITE MEDICHE specifiche in relazione alla tipologia di lavoro svolto; poco ci importa sapere se abbiamo il colesterolo, sarebbe più importante per noi fare esami specifici dal momento che siamo quotidianamente esposti ad agenti patogeni ed inquinanti;

3. RICHIESTA DI UNA COMMISSIONE MEDICA al fine di effettuare una revisione dei certificati medici in essere, poichè e per il blocco delle assunzioni e per la mancata riorganizzazione del Comando e delle sue "risorse umane", il personale destinato al servizio esterno è sempre più ridotto e sempre più gravato di compiti; abbiamo bisogno di personale idoneo fisicamente (eccezion fatta ovviamente per chi ha svolto un congruo numero di anni in servizio esterno, poichè bisogna pur tener conto del fatto che il nostro è un lavoro usurante), a svolgere il lavoro di Polizia di Prossimità al cittadino, per cui è stato assunto.

4. EQUA DISTRIBUZIONE DEGLI STRAORDINARI, ad oggi riservati solo a pochi eletti.

«Questi sono solo alcuni dei punti salienti che il 3 e il 4 luglio hanno portato il 70% degli appartenenti al Corpo a scioperare. Un'Amministrazione questa che anche dinanzi ad un tentativo di conciliazione fatto da due nostre colleghe perchè hanno ritenuto ingiusta la votazione in pagella loro attribuita, ha lasciato decorrere i 30 giorni canonici senza neanche rispondere, forse per paura di presentarsi davanti a un organo terzo e super partes? Poi sulla stampa locale leggiamo che qualcuno sta pensando di spostare il Comando di via Rogerio al Borgo Faxhall. Che dire, a noi viene da sorridere, ovvio che si tratta di un sorriso amaro; sono i soliti "corsi e ricorsi storici" di vichiana memoria: già in novembre 2014 il centrosinistra propose di dislocare la Municipale in quella zona per combattere il degrado, ma per fortuna il centrdestra si oppose. Il gravoso problema della sicurezza che attanaglia Piacenza non si risolve certo continuando a far traslocare la Municipale da una parte all'altra. Speriamo che anche questa volta qualcuno si opporrà a tale scelta e che venga proposta una sede consona e funzionale per il Comando, magari anche con un'idonea rimessa per i veicoli. Probabilmente, ciclicamente, si parla di questi argomenti per sollevare polveroni e distogliere l'attenzione dei cittadini da quelli che sono i reali problemi della Municipale; anche cambiando le sedi fisiche, i problemi del Corpo permangono, anzi si aggravano.
Per concludere, tra gli altri argomenti estivi di cronaca rosa, abbiamo letto che il 31 agosto e il 1 settembre la Giunta Dosi andrà in ritiro a Strela di Compiano, in un agriturismo, magari verremo a fare un giro anche noi sindaco Dosi, potrebbe essere quella la sede per discutere serenamente con lei e la sua giunta dei problemi dei suoi dipendenti della Polizia Municipale».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
  • Cronaca

    Covid-19: nel Piacentino altri 62 casi e otto decessi

  • Cultura

    Viaggio in anteprima nella sezione Archeologica restaurata del Farnese

Potrebbe interessarti
In primo piano
  • Cronaca

    Case di riposo, quaranta ospiti in tutto il Piacentino rifiutano il vaccino

  • Cronaca

    In futuro vaccinazioni anche a Bobbio e a Bettola

Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento