menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Nani: «Il 118 sta lavorando sui ritmi pre Covid»

Il coordinatore del 118 piacentino Stefano Nani: «La rete sanitaria locale funziona, di conseguenza le nostre attività sono nella norma». Dai 160 casi sospetti di Covid al giorno ora il 118 ne deve affrontare solo 20

«Per il nostro 118 la situazione è buona». Stefano Nani, coordinatore dell’attività del 118 piacentino, i potenziamenti messi in campo dall’azienda Ausl negli ultimi mesi si sono fatti sentire. «I nostri numeri - spiega - ci dicono che va bene, la sanità locale funziona. La rete che si è creata tra Usca, medici e pediatri e il sistema dei tamponi, permette al 118 e alla rete di emergenza di avere attività nella norma, quasi all’epoca pre Covid».

Il 118 svolge circa 100 servizi al giorno. «È la media che abbiamo abitualmente a Piacenza e provincia, con tre “Codici 3”, ovvero quelli gravi. stefano nani-2Siamo in linea con il periodo pre Covid». «I casi sospetti di Covid gestiti da tutta la rete di emergenza attualmente sono una ventina al giorno. A marzo viaggiavamo a botte di 160 casi sospetti di Covid al giorno. Ora stiamo potenziando i trasferimenti protetti sul territorio verso gli ospedali, attraverso accordi con le Pubbliche Assistenze locali».

«L’impatto del Covid sulla rete di emergenza – aggiunge il direttore generale Ausl Luca Baldino - è contenuto. Stiamo soltanto gestendo un aumento del lavoro di trasporto dei pazienti e degli utenti tra domicili, case protette e ospedali».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

Addio a don Giancarlo Conte, fondatore di San Giuseppe operaio

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento