Nasce il premio giornalistico scolastico dedicato a Gianluca Perdoni

Un concorso rivolto a giovani giornalisti in erba per onorare la memoria di Gianluca Perdoni. Gli studenti non avranno nessun vincolo quanto alla forma dell’elaborato se non quello di affrontare un tema, una notizia, di valenza sociale

Gianluca Perdoni

"Visione ultima" è il tema ispiratore della prima edizione del premio giornalistico dedicato al cronista piacentino Gianluca Perdoni, giornalista sportivo, di cronaca e nerista, morto nel 2014 a soli 44 anni. La sua passione, oltre al giornalismo, era il Piacenza Calcio. Lavorò a Teleducato e fu corrispondente de "Il Giorno" da Piacenza. La traccia impone una duplice interpretazione: contenutistica e metodologica. Gianluca prestava particolare attenzione a coloro che non hanno voce, alle persone che faticano a trovare spazio ed espressione sociale. Dunque, "Visione ultima" è da riferirsi agli "ultimi", cioè a tutti coloro la cui visione o prospettiva viene sistematicamente trascurata. 

Gli studenti non avranno nessun vincolo quanto alla forma dell’elaborato (reportage, inchiesta, intervista, articolo ecc) se non quello di affrontare un tema, una notizia, di valenza sociale. Affrontandolo con equilibrio, ma a partire dall’ottica di chi si trovi a subire una situazione sgradevole, una vessazione, un disagio o una condanna sociale senza poter dar corpo alla propria opinione. Quanto all’aspetto metodologico, "Visione ultima" evoca la necessità di approfondimento, l’impossibilità di accontentarsi di ciò che è più visibile e più superficiale. Gli studenti saranno dunque chiamati a uno sforzo analitico e di approfondimento che renda il loro elaborato in sintonia con lo stile di Gianluca Perdoni: un professionista che riteneva profondità, equilibrio e onestà intellettuali veri capisaldi del giornalismo. 

Il bando è scaricabile qui

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

  • «Disobbedire e aprire i locali? Non ha senso. La vera protesta sarebbe chiuderli: stop a delivery e asporto»

Torna su
IlPiacenza è in caricamento