Cronaca Via Roma

'ndrangheta, maxi operazione in tutta Italia: arresti e denunce anche nel Piacentino

Si è svolta nella notte del 28 gennaio, soprattutto nella zona di Castelvetro, una maxi operazione dei carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola e dei colleghi di Piacenza. L'indagine, coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia di Bologna, ha portato a oltre cento arresti in tutta l'Emilia e in altre regioni d'Italia

I carabinieri in azione a Castelvetro nel corso dell'operazione (Foto Gatti)

Una maxi operazione da parte dei carabinieri contro la ‘ndrangheta in Emilia Romagna, è in corso da questa notte anche in provincia di Piacenza. Cinque gli arresti effettuati a Castelvetro dai carabinieri della Compagnia di Fiorenzuola, e dai colleghi del comando provinciale di via Beverora, in esecuzione delle ordinanze emesse dal gip. Altri arresti sarebbero inoltre stati esseguiti in altre zone della provincia.  L'operazione, denominata in codice "Aemilia" è il frutto di anni di indagini coordinate dalle Direzione Distrettuale Antimafia di Bologna, e che hanno visto i militari comandati dal capitano Emanuele Leuzzi, e dal suo predecessore Andrea Leo, impegnati in una delicata attività investigativa. Nel 2002 i carabinieri del Reparto operativo di Piacenza avevano condotto un'indagine simile, passata alla storia con il nome di "Grande Drago" e che portò a importanti condanne.

Dalla notte del 28 gennaio la zona della Bassa Piacentina, e in particolare di Castelvetro, è stata messa in una sorta di assedio dai carabinieri, con numerosi posti di controllo lungo tutte le strade principali. Numerosi altri militari si sono nel frattempo presentati nelle abitazioni degli arrestati, mentre le perquisizioni e altri accertamenti sono tuttora in corso. 

Si tratta di una vasta operazione che riguarda anche Lombardia, Piemonte, Veneto, Calabria e Sicilia. Migliaia i carabinieri impiegati con il supporto di elicotteri. In emilia, in particolare, accertata la presenza della ‘ndrangheta, che ha assunto  una nuova veste colloquiando con gli imprenditori locali.

La procura distrettuale antimafia di Bologna, che ha coordinato l’inchiesta, ha ottenuto dal gip del tribunale un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di 117 soggetti ritenuti responsabili a vario titolo di associazione di tipo mafioso, estorsione, usura, porto e detenzione illegali di armi da fuoco, intestazione fittizia di beni, reimpiego di capitali di illecita provenienza, emissione di fatture per operazioni inesistenti ed altro, commessi con l’aggravante di aver favorito l’attivita’ dell’associazione mafiosa; contestualmente, le procure di Catanzaro e Brescia hanno emesso altri 46 provvedimenti per i medesimi reati.

OPERAZIONE DEI CARABINIERI - IL VIDEO DI CASTELVETRO
Schermata 2015-01-28 alle 07.01.45-2

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

'ndrangheta, maxi operazione in tutta Italia: arresti e denunce anche nel Piacentino

IlPiacenza è in caricamento