rotate-mobile
Mercoledì, 18 Maggio 2022
Cronaca

"Neanche spezzata retrocede", la Guardia di Finanza compie 243 anni

Ad imperitura memoria dell’eroico gesto del finanziere Luigi Galli, è stato inaugurato al comando provinciale un monumento, dall’elevato valore artistico, che rappresenta il grifone, simbolo iconico del corpo, realizzato in pietra leccese dall’artista contemporaneo Carmine Sabbatella

Nella mattinata del 26 giugno alla caserma “Luigi Galli”, sede del Comando Provinciale della Guardia di Finanza, alla presenza del Sottosegretario di Stato al Ministero dell’Economia e delle Finanze, Paola De Micheli e del comandante regionale Emilia Romagna della Guardia di Finanza, generale di Divisione Giuseppe Gerli, si è svolta la cerimonia di commemorazione della guardia “Luigi Galli”, Medaglia d’Argento al Valor Militare conferitagli per l’eroico gesto compiuto nel corso della "battaglia del solstizio" che consentiva, nel luglio 1918, durante il primo conflitto mondiale, l’occupazione dell’area compresa tra i fiumi Sile e Piave, primo lembo di territorio italiano riconquistato dopo la disfatta di Caporetto. Ed è stato celebrato anche il 243esimo anniversario della fondazione del corpo. 

L’onorevole Paola De Micheli è stata accolta con gli onori di rito dal generale Giuseppe Gerli e dal comandante provinciale della Guardia di Finanza di Piacenza, il colonnello Daniele Sanapo. Il generale Gerli ha presieduto la cerimonia alla quale hanno partecipato le massime autorità militari, civili e religiose, una rappresentanza di militari in forza ai reparti piacentini e della locale sezione dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia.

Ad imperitura memoria dell’eroico gesto, è stato inaugurato un monumento, dall’elevato valore artistico, che rappresenta il grifone, simbolo iconico della Guardia di Finanza, realizzato in pietra leccese dall’artista contemporaneo Carmine Sabbatella. Sono intervenuti alla cerimonia i signori Enrica e Gianni Segalini, nipoti di Luigi Galli i quali, con il colonnello Daniele Sanapo, hanno scoperto una targa commemorativa del fatto d’arme, posta alla base del monumento. Nell’occasione la presidenza dell’Associazione Nazionale Finanzieri d’Italia, tramite il vice presidente nazionale per l’Italia Settentrionale, generale di Brigata Mauro Santonastaso, ha concesso un attestato di socio benemerito al colonnello Daniele Sanapo e al presidente della Sezione Provinciale ANFI di Piacenza, brigadiere capo Davide Mazza, fautori dell’iniziativa. Il cappellano militare Don Fausto Corniani ha, quindi, proceduto alla benedizione del monumento. 

Festa della Guardia di Finanza 2017 ©Gatti/IlPiacenza

I DATI

CONTRASTO ALL’EVASIONE, ALL’ELUSIONE E ALLE FRODI FISCALI:

Da gennaio a maggio 2017 la Guardia di Finanza di Piacenza ha eseguito 86 interventi fiscali in materia di II.DD. e IVA scoprendo finora, nel settore del contrasto all’economia sommersa, 13 evasori totali totalmente sconosciuti al fisco mentre 5 sono stati i soggetti denunciati per reati fiscali nel medesimo periodo. I valori delle proposte di sequestro, avanzate dai Reparti operativi nell’ambito dei reati fiscali accertati, sono stati pari ad 2.549.233 euro. 

Sono state effettuate, nell’ambito del CONTROLLO ECONOMICO DEL TERRITORIO:

- 748 ispezioni sul corretto rilascio degli scontrini e delle ricevute fiscali;

- 44 controlli al canone RAI;

- 311 controlli al trasporto delle merci;

- 40 controlli sugli indici di capacità contributiva. 2 sono stati gli interventi effettuati nel settore delle frodi Iva, mentre nel settore delle Accise sono stati conclusi 11 interventi che, complessivamente, hanno consentito, anche a seguito di attività di polizia giudiziaria., un sequestro di oltre 18mila di prodotti energetici, ed accertato un consumo in frode di oltre 50mila (operazione Stolen Oil).

Sono stati 4 gli interventi conclusi nel settore dei giochi e delle scommesse illegali finalizzati alla prevenzione e repressione dei fenomeni del gioco illegale e delle scommesse clandestine, con particolare riguardo alla sicurezza del gioco e alla tutela dei minori. Sono state inoltre concluse 13 attività di Polizia Giudiziaria, orientate prioritariamente nel settore della Tutela delle Entrate e dei reati tributari.

CONTRASTO AGLI ILLECITI IN MATERIA DI SPESA PUBBLICA: 

Anche nel 2017, è proseguito l’impegno dei militari al contrasto degli illeciti che provocano nocumento alla spesa pubblica nazionale e Comunitaria. Nei primi 5 mesi sono state conseguiti i seguenti risultati nei settori di seguito riportati:

- nel settore della POLITICA AGRICOLA COMUNE sono stati denunciati 5 soggetti con la contestuale verbalizzazione di 7 violazioni amministrative; la frode complessivamente accertata ammonta a 345.358 euro a fronte di un contributo complessivamente controllato di 579.375 euro. In tale ambito sono tate avanzate proposte di sequestro per 251.555 euro.

- nel settore della RESPONSABILITA’ AMMINISTRATIVA’ sono stati verbalizzati 6 soggetti ed il DANNO ERARIALE finora accertato ammonta a 890.974 euro;

- 1 intervento è stato finora eseguito nel settore della SPESA PREVIDENZIALE.

- 35 sono stati gli interventi sulle PRESTAZIONI SOCIALI AGEVOLATE di cui 13 (37,14%) risultati irregolari; 6 i controlli effettuati sui Ticket sanitari di cui 3 risultati irregolari;

- Sono state inoltre concluse 2 attività di Polizia Giudiziaria, orientate al contrasto del malaffare nell’ambito della Pubblica Amministrazione.

CONTRASTO ALLA CRIMINALITÀ ECONOMICO-FINANZIARIA

Nei primi 5 mesi del 2016 sono state approfondite 42 SEGNALAZIONI PER OPERAZIONI SOSPETTE con la constatazione di rilievi ai fini di Imposte dirette e contestazioni di violazioni ai fini della normativa antiriciclaggio; effettuati anche 4 accertamenti patrimoniali nei confronti di soggetti condannati in via definitiva per gravi reati. Nell’ambito dei citati accertamenti patrimoniali, nei confronti di soggetti fiscalmente pericolosi, sono state avanzate proposte di sequestro per oltre 125mila euro econfiscate, a seguito di provvedimento della locale autorità giudiziaria., 2 ville di pregio per un valore complessivo di euro 1.250.000.

Nel settore della TUTELA DELL’ECONOMIA (ovvero relativi ai reati di riciclaggio ed auto-riciclaggio, reimpiego di denaro, beni o utilità di provenienza illecita, usura, reati societari, bancari, fallimentari, sull’utilizzo di monete ed altri mezzi di pagamento) sono state avviate e concluse 6 attività di Polizia Giudiziaria. Gli interventi in materia di contraffazione marchi e tutela made in Italy sono stati 20, che hanno portato alla denuncia di 10 soggetti ed al sequestro di 1.236 prodotti, dei quali: 250 beni di consumo – 549 maschere di carnevale e 437 articoli di moda contraffatti.

DROGA

Nel settore degli stupefacenti, nei primi 5 mesi dell’anno, sono stati effettuati 40 interventi, 2 arresti e 2 denunce a piede libero; sequestrati più di 9 kg tra hashish e marijuana e oltre 2 Kg di cocaina. In tale settore ricordiamo, inoltre, l’arresto di un pericoloso latitante, di origine albanese, risalente al febbraio scorso (operazione Gabim).

CONCORSO ALLA SICUREZZA INTERNA ED ESTERNA DEL PAESE

La Guardia di Finanza ha continuato a fornire il proprio contributo per la sicurezza dei cittadini, anche con il controllo del territorio e la vigilanza di obiettivi sensibili, eseguito in concorso con la Polizia di Stato e l’Arma dei Carabinieri. Va sottolineato, inoltre, l’impegno dell’aliquota piacentina dei Baschi Verdi, che partecipa al mantenimento dell’ordine e la sicurezza pubblica, in  occasione di manifestazioni di rilievo, come in occasione del G7 di Taormina, ed in numerosi avvenimenti sportivi di rilievo.

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

"Neanche spezzata retrocede", la Guardia di Finanza compie 243 anni

IlPiacenza è in caricamento