Negozi, discoteche, palazzetti, chiese e stadi "sorvegliati speciali" ma nessun allarmismo

Esercizi commerciali, discoteche, pub, luoghi di aggregazione sportiva, eventi pubblici, alberghi e hotel sono sicuramente "sorvegliati speciali" e il prefetto a chiesto ai gestori di queste realtà di alzare i livelli di guardia ma senza nessun allarmismo: «Occhi aperti e collaborazione»

REPERTORIO

Occhi aperti e più attenzione ma nessun allarmismo. Questa la linea che si è deciso di adottare al termine della riunione in Prefettura che ha visto la partecipazione nella mattinata del 24 novembre del Coordinamento delle forze di polizia, della polizia municipale, dei sindaci di Castel San Giovanni e Fiorenzuola, del comandante Provinciale Vigili del Fuoco, dell'Unione Commercianti e Confesercenti, del segretario del Vescovo, degli Istituti di Vigilanza IVRI e Metronotte Piacenza, e dei rappresentanti dei locali di pubblico spettacolo e delle squadre di calcio, volley e rugby.

A pochi giorni dalle stragi di Parigi anche nella nostra città l'attenzione alla sicurezza si è innalzata ulteriormente ma l'allarmismoprefettura bandiera italia bandiera europa-2 ingiustificato non è mai stato contemplato nelle diverse riunioni del comitato per l'Ordine e la Sicurezza che si sono susseguite nelle scorse settimane. Esercizi commerciali, discoteche, luoghi di aggregazione sportiva, eventi pubblici, chiese, alberghi e hotel sono sicuramente "sorvegliati speciali" e il prefetto a chiesto ai gestori di queste realtà di alzare i livelli di guardia e di vigilare attentamente insieme alle forze dell'ordine. «Sono stati inoltre previsti sopralluoghi e controlli dei piani di evacuazione di tutti gli impianti e centri commerciali. Dove sarà possibile si potranno usare i metal detector e le telecamere di sorveglianza saranno sicuramente un ottimo aiuto per le forze dell'ordine» dichiara il governatore, Anna Palombi.  «Le nostre attività sono già presidiate dagli isitututi di vigilanza privata ma un momento come questo prevede un'ulteriore sensibilità da parte dei nostri associati. L'impegno che chiederemo sarà quello di collaborare con le forze di polizia nel segnalare eventuali anomalie», le fa eco il presidente dell'Unione Commercianti Giovanni Struzzola. 

«Nessun allarmismo ma metteremo in atto tutte quelle procedure che ci permettano di affrontare un eventuale atto terroristico ma ancora di più per fronteggiare tutte quelle situazioni di falsi allarmi che potrebbero venirsi a creare. Dal punto di vista della sicurezza lo stadio Garilli è già a norma pertanto le forze dell'ordine e la sicurezza interna sono nella migliore condizione possibile per lavorare e vigilare» afferma al termine della riunione Marco Scianò, dg del Piacenza Calcio. «Alcuni presidi sono già la norma nei locali e nelle discoteche, ma sono emersi elementi interessanti sulle porte sicurezza, vie di fuga e spazi disponibili da lasciare liberi qualora ci fosse la necessità. Faremo quanto richiesto dal prefetto e richiameremo il nostro personale su questi aseptti», conclude Roberto Carbonetti, presidente provinciale di Silb (Associazione nazionale locali intrattenimento e spettacolo).

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • Solo in Italia e ricoverato in ospedale a Piacenza, i poliziotti delle volanti si prendono cura del suo cane

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento