Nel 2010 colpo da 150mila euro alla Cariparma: rapinatore patteggia un anno

Ha patteggiato la pena di un anno il 50enne torinese ritenuto uno dei responsabili della rapina ai danni della Cariparma di Gragnano, il 23 giugno del 2010. Il colpo fruttò un bottino ingente: 150mila euro

I carabinieri alla Cariparma di Gragnano nel 2010

Ha patteggiato la pena di un anno il 50enne torinese ritenuto uno dei responsabili della rapina ai danni della Cariparma di Gragnano, il 23 giugno del 2010. Il suo avvocato difensore, Giandanese Nigra, ha chiesto che venisse considerata la continuazione del reato: l’uomo sta scontando in carcere una condanna a 5 anni e 4 mesi per rapine commesse a Torino in tre banche e una gioielleria. Il colpo a Gragnano fruttò un bottino ingente: 150mila euro. I banditi entrati in banca, secondo la ricostruzione dei testimoni e dei carabinieri, avevano immobilizzato un cliente e quattro impiegati, legando loro i polsi con fascette di plastica. Poi, da professionisti, avevano atteso con calma l’apertura temporizzata del bancomat. Assolti invece gli altri due presunti complici che erano stati processati insieme al 50enne: le analisi delle telecamere non hanno permesso il riconoscimento. La banca era già stata rapinata nel luglio del 2009 e i malviventi avevano rubato una somma tra i 40 e i 60mila euro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento