Nel 2034 quasi 4mila piacentini residenti in meno

Quanti saranno gli emiliano-romagnoli e i piacentini nel futuro? La Regione Emilia–Romagna ha diffuso le stime della popolazione residente al 2034: saranno sempre meno i giovani

La Regione Emilia-Romagna (https://statistica.regione.emilia-romagna.it) ha recentemente diffuso le stime della popolazione residente al 2034, quantificando a quella data più o meno gli stessi abitanti di oggi (circa 4,5 milioni), ma con significativi cambiamenti nei rapporti tra le diverse generazioni, perché ci saranno meno giovani e più anziani. I primi (0-14 anni) diminuiranno per effetto del calo della natalità, atteso anche per il futuro, e per la riduzione dei flussi in ingresso (soprattutto stranieri), con un saldo negativo nei prossimi 20 anni di circa 60mila unità. I secondi (over 65) vedranno invece un aumento, a causa dell’innalzamento ulteriore della speranza di vita, con le donne che passano da 85,4 anni nel 2014 a 87,3 anni nel 2034, e gli uomini rispettivamente da 81,0 a 83,9 anni. Nel 2034 gli anziani potrebbero così superare la soglia di 1,2 milioni di individui, con un’incidenza sulla popolazione totale di quasi il 30%.

Gli scenari demografici prospettati richiamano quindi l’attenzione sulle politiche e gli strumenti da adottare per far sì che la quota di popolazione in età lavorativa  continui ad essere capace di sostenere lo sviluppo regionale. Solo ipotizzando livelli di immigrazione simili a quelli registrati nei primi anni 2000 la consistenza delle giovani generazioni potrebbe tornare ad aumentare, e con essa anche le nascite, innescando un’inversione di tendenza. La proiezione prevista della popolazione per la provincia di Piacenza, è attesa a 284.300 unità, 3.700 in meno rispetto ad oggi. I giovani sino a 19 anni diminuiranno di circa 2mila unità, mentre gli anziani (oltre 60 anni) aumenteranno di 16mila. Da evidenziare inoltre il calo di 17.700 unità della popolazione tra 20 e 60 anni, quella cioè con la più alta partecipazione al mercato del lavoro.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento