rotate-mobile
Il quadro

Nel Piacentino due casi accertati di pertosse, contagi in aumento anche in altre province

Si tratta di una neonata di pochi mesi e di una 11enne. L'Ausl: «La vaccinazione è l’arma più efficace per prevenire la malattia»

In provincia di Piacenza sono stati accertati due casi di pertosse, una malattia infettiva delle vie respiratorie causata dal batterio Bordetella pertussis.  Si tratta di una neonata di pochi mesi e di una 11enne. Lo fa sapere l'Ausl con una nota ufficiale.

La prima, residente in provincia, è attualmente ricoverata nel reparto di Pediatria e neonatologia dell’ospedale di Piacenza. Le sue condizioni sono buone. La pertosse si diffonde attraverso le goccioline di saliva emesse da una persona infetta durante la tosse o lo starnuto. I professionisti dell’Igiene e Sanità pubblica hanno ricostruito i contatti diretti della piccola, che sono limitati solo alla cerchia dei familiari, che sono stati contattati direttamente per la profilassi e l’eventuale vaccinazione, qualora necessaria.

L’11enne, residente in città, è a casa, in buone condizioni. Anche in questo caso, l’indagine epidemiologica ha permesso di ricostruire i contatti diretti della giovanissima. Il “contatto diretto” può avvenire quando le persone sono a meno di un metro di distanza. Questo perché le goccioline di saliva emesse da una persona infetta durante la tosse o lo starnuto possono viaggiare nell’aria all’incirca per questa distanza.  Oltre ai familiari, i professionisti dell’Igiene e Sanità pubblica stanno convocando insegnanti e alunni della classe frequentata dalla 11enne e i frequentati un corso di teatro cui la giovanissima stava partecipando. I contatti diretti saranno invitati a sottoporsi a una profilassi preventiva (antibiotico) o alla vaccinazione, qualora necessario.  Nel frattempo, i sanitari hanno allertato con un’apposita comunicazione anche i medici e i pediatri di famiglia. 

I due casi della Provincia di Piacenza s’inseriscono in un quadro generale di aumento dei casi di pertosse, che sta colpendo principalmente neonati e lattanti non vaccinati e che già nei giorni scorsi aveva fatto registrare diversi contagi nei territori limitrofi.  Si ricorda che la vaccinazione è l’arma più efficace per prevenire la pertosse. È raccomandata per neonati, bambini, adolescenti e adulti, comprese le donne in gravidanza.

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Nel Piacentino due casi accertati di pertosse, contagi in aumento anche in altre province

IlPiacenza è in caricamento