Nel soppalco una serra di piantine di marijuana Ogm, arrestato un operaio

Incensurato con un lavoro da operaio, una famiglia con la quale vive in una casa a Vigolzone e una vita all'apparenza normale, eppure i carabinieri del Norm di Bobbio gli hanno trovato in garage dieci piante di marijuana Ogm e 4500 euro banconote di diverso taglio

Le piantine sequestrate

Incensurato con un lavoro da operaio, una famiglia con la quale vive in una casa a Vigolzone e una vita all'apparenza normale, eppure i carabinieri gli hanno trovato in garage dieci piante di marijuana Ogm e 4500 euro banconote di diverso taglio. Un 48enne piacentino è arrestato su disposizione del pm Matteo Centini dai militari del Norm di Bobbio, guidati dal luogotenente Giovanni Oddonin, nella giornata del 26 ottobre. In un soppalco creato ad hoc e raggiungibile solo con una scala che andava posizionata ogni volta all'occorenza vicino ad un vano nascosto da un pannello, una vera e propria serra professionale per la coltivazione di cannabis. I carabinieri hanno trovato dieci piantine dai 50 agli 80 centimentri di altezza modificati geneticamente, ossia, fanno sapere, in grado di fiorire ogni sessanta-ottanta giorni. Nono solo, in casa, ben nascoste mazzette di contanti per un totale di 4500 euro divisi in mille euro e in banconote di diverso taglio. Processato per direttissima difeso dall'avvocato Cristina Balteri, è comparso in tribunale davanti al giudice Laura Pietrasanta e al pm Monica Bubba. L'arresto è stato convalidato, il processo rinviato e per lui è stato disposto l'obbligo di dimora per la richiesta del legale dei termini a difesa. Le piantine una volta essicate avrebbero prodotto circa due etti di marijuana, sono state sequestrate insieme al denaro.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Cene e ritrovi clandestini in due locali, blitz della finanza: multa per tutti e attività sospesa

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Le spaccano la faccia contro una cancellata per rapinarla della borsa

Torna su
IlPiacenza è in caricamento