Non ci sono più pazienti, si smonta l'ospedale militare. Baruffi: «Ma l'emergenza non è finita»

Lo annuncia Davide Baruffi, sottosegretario alla presidenza della giunta dell’Emilia-Romagna in una diretta Facebook sul profilo della Regione. Attesa per una nuova ordinanza per Piacenza e Rimini sulla riapertura delle attività

«E' iniziato in queste ore lo smantellamento dell'ospedale militare da campo di Piacenza, costruito in pochissime ore e che nel pieno dell'emergenza Covid ha alleviato la pressione sugli ospedali piacentini». Lo annuncia Davide Baruffi, sottosegretario alla presidenza della giunta dell’Emilia-Romagna in una diretta Facebook sul profilo della Regione, nel rispondere alle domande degli emiliano-romagnoli del format "Filo diretto con la Giunta".bonaccini baruffi visita ospedale 00-2 «Il fatto che non ce ne sia più bisogno - ha precisato il sottosegretario - è un segnale molto positivo, anche se l'emergenza non è finita», ha concluso. 

Dopo un mese insomma, chiude a Piacenza l’ospedale da campo allestito dall’Esercito a ridosso dell’ospedale cittadino in tempi record quattro settimane fa. 40 posti letto, 80 fra medici, infermieri e personale, sempre militare, della logistica al lavoro, la struttura si è rilevata preziosissima nel gestire l’emergenza sanitaria nella provincia maggiormente colpita dal coronavirus in Emilia-Romagna, alleviando la pressione sulle strutture sanitarie. L’ospedale da campo verrà ora smontato, i materiali e le attrezzature risposti nei container, che però intanto rimarranno qui, a disposizione di Piacenza e dell’Emilia-Romagna per qualsiasi nuove evenienza dovesse presentarsi. “Eravamo qui nel giorno dell’apertura, e siamo qui oggi nel giorno della chiusura - prosegue Baruffi, sottosegretario alla Presidenza della Giunta, presente questa mattina a Piacenza insieme alle autorità civili e militari -. In primo luogo, per dire grazie agli uomini e alle donne dell’Esercito per il lavoro svolto, di grande aiuto per le nostre strutture sanitarie e la comunità locale. E grazie anche per aver deciso di lasciare comunque l’ospedale da campo nella disponibilità di questo territorio e della nostra regione, un altro bel segnale di quella collaborazione istituzionale e gioco di squadra che si stanno rivelando estremamente importanti nel rallentare e provare a fermare il contagio. Infine - chiude Baruffi - voglio sottolineare come la chiusura del campo sia un altro passo avanti che in Emilia-Romagna stiamo facendo verso il superamento dell’emergenza, che pur richiede ancora tanto lavoro e impegno da parte di tutti noi”.

Lo stesso Baruffi ha spiegato, nella diretta Facebook, che le province di Piacenza e Rimini, con i loro sindaci, e la Regione, stanno concordando come riaprire al più presto le attività economiche. "Stiamo valutando - ha detto al riguardo - di allineare Piacenza e Rimini, che hanno maggiori misure restrittive, con il resto della Regione e del Paese". Nei prossimi giorni potrebbe perciò uscire una nuova ordinanza per il nostro territorio, con nuove indicazioni al riguardo. 

LA NOTA DELLA DIFESA -  “L’ospedale da campo che l’Esercito ha allestito a Piacenza si è rilevato una preziosissima risorsa nella gestione dell’emergenza sanitaria in una delle provincia maggiormente colpita dal coronavirus in Emilia-Romagna”, scrive in una nota il Sottosegretario alla Difesa Angelo Tofalo, “La chiusura della struttura che per un mese ha alleggerito significativamente la pressione sull'ospedale cittadino, è un segnale positivo ed evidenzia la diminuzione dei ricoveri. La Difesa ha fatto un grande lavoro nella prima fase e continuerà ad essere presente con i propri assetti”. “È importante continuare ad adottare tutte le misure di sicurezza emanate dal Governo e tenere un comportamento responsabile per non fare risalire la curva del contagio, vanificando gli sforzi che abbiamo fatto finora”, evidenzia Tofalo che ringrazia “tutti i militari che continuano a lavorare senza sosta in prima linea”. «La chiusura dell’ospedale da campo di Piacenza – ha detto il sottosegretario alla Difesa, Giulio Calvisi, con delega alla sanità militare - è certamente un segnale incoraggiante. L’emergenza non è terminata ma il fatto che questa struttura sanitaria non sia più necessaria ci fa ben sperare. La Difesa ha deciso, comunque, di lasciare a disposizione della città di Piacenza e della Regione Emilia-Romagna i materiali e le attrezzature che oggi sono state risposte nei container, pronte all’uso per qualsiasi nuova evenienza. Ringrazio ancora una volta i medici e gli infermieri dell’Esercito che hanno operato per un mese, giorno e notte, all’interno dell’ospedale da campo, una struttura sanitaria allestita in sole 72 ore e che ha alleviato la pressione su quelle del servizio sanitario nazionale. La Difesa, anche attraverso la sua sanità militare, rimane quindi in prima linea nel contrasto all’emergenza del coronavirus, un impegno costante e intenso che i nostri militari stanno portando avanti nel fronteggiare la crisi della pandemia, svolgendo un ruolo fondamentale anche a presidio della sicurezza dei cittadini, della tutela sociale e della democrazia».

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Esce di strada e si ribalta in un campo, muore a 32 anni

  • Ruba scarpe da 40 euro ma nella mascherina ne ha più di 6mila: nomade denunciata

  • Cavo nel bosco ad altezza gola, ciclista piacentino salvo per miracolo

  • Invia le foto del tradimento alla moglie dell'amante della sua compagna, prima condanna per revenge porn a Piacenza

  • Sorprende i ladri in casa, 90enne scaraventata a terra e rapinata

  • «Ho ucciso Leonardo, ma l’ho fatto per difendermi. Chiedo scusa alla famiglia»

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento