rotate-mobile
Cronaca Rottofreno / Via Roma

«Non ho sparato alla guardia, io dovevo fare solo da autista»

Rapina al Mercatone, il tossicodipendente pregiudicato arrestato di carabinieri parla in carcere davanti al gip: «Mi spiace per l'uomo ferito, spero che si riprenda»

«Io dovevo fare soltanto da autista. Non ho sparato, e mi dispiace per la guardia che è rimasta ferita. Spero che si riprenda presto». 
Sono le parole che l’uomo milanese di 43 anni, residente a Binasco, arrestato subito dopo la rapina al Mercatone di Rottofreno del 22 aprile ha detto davanti al gip di Piacenza durante l’interrogatorio che si è svolto il 25 aprile in carcere a Piacenza. L’indagato, che è accusato di tentato omicidio, rapina e porto abusivo di arma (tutti reati in concorso con altri) è assistito dall’avvocato Andrea Bazzani del Foro di Piacenza, e ha deciso di parlare davanti al giudice. Ha però specificato di non essere stato lui in possesso dell’arma che ha sparato alla schiena del 45enne rimasto poi gravemente ferito subito dopo essere sceso dal furgone portavalori: «io dovevo soltanto fare da autista». Nulla invece avrebbe riferito riguardo agli altri complici della rapina.
L’arresto dell’uomo, tossicodipendente e con precedenti per furto, è stato convalidato dal gip che ha disposto la custodia cautelare in carcere.
Intanto proseguono senza sosta le indagini dei carabinieri di Piacenza a caccia del complice che ha sparato alla guardia giurata, e poi fuggito subito dopo la rapina.

Rottofreno, rapina al Mercatone Uno - IlPiacenza/Bisa-Gatti

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Non ho sparato alla guardia, io dovevo fare solo da autista»

IlPiacenza è in caricamento