menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
(Reperotrio)

(Reperotrio)

Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

Fine settimana di controlli da parte dei carabinieri per il rispetto del Dpcm: sciolti anche alcuni assembramenti di giovani

I carabinieri del comando provinciale di Piacenza hanno effettuato un servizio di controllo per garantire il rispetto da parte dei cittadini e degli esercenti delle disposizioni in materia di contenimento della diffusione epidemica, a fronte di un riaffacciarsi minaccioso del rischio di contagio da Covid-19.

L’attività ha principalmente riguardato quelle zone dove maggiore è il fenomeno di aggregazione sociale, anche per la presenza di numerose attività commerciali di ristorazione. Le pattuglie delle compagnie di Piacenza, Bobbio e Fiorenzuola, impiegate dal pomeriggio di venerdì 16 ottobre fino alle prime luce dell’alba di domenica 18, hanno complessivamente controllato più di 80 persone, provveduto allo scioglimento di alcuni assembramenti di giovani e controllato 27 attività commerciali di ristorazione, due delle quali sanzionate. Sono state anche contestate alcune sanzioni per il mancato utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie aeree. 

In particolare a Fiorenzuola, ai titolari di due attività commerciali è stata contestata la violazione del Dpcm del 12 ottobre poiché protraevano l’attività di somministrazione di prodotti alimentari oltre mezzanotte. Si tratta di un pub nei pressi di via Europa (tratto urbano della via Emilia in direzione Piacenza) e di una panetteria in via Illica. Sempre nella cittadina della Valdarda una pattuglia del Radiomobile ha provveduto a sciogliere un assembramento di numerosi giovani nella piazzetta all'inizio di corso Garibaldi, così come a Bobbio nelle vie principali della città dove sono state contestate alcune violazioni per il mancato utilizzo della mascherina.

A Rottofreno, invece, la pattuglia del Radiomobile di Piacenza è intervenuta presso un bar per una movimentata lite tra il titolare ed un avventore ubriaco. L’uomo che veniva invitato ad indossare un dispositivo di protezione reagiva ingiuriando la titolare e anche altri avventori presenti nel locale. All’arrivo della pattuglia l’uomo si era già allontanato, ma con le indicazioni fornite, veniva rintracciato poco dopo dalla stessa pattuglia in un altro bar del paese, palesemente ubriaco e senza la mascherina. E’ stato quindi sanzionato per ubriachezza e per la violazione alle prescrizioni in materia di contenimento della diffusione del virus per il continuo mancato utilizzo del dispositivo di protezione.

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento