Nove feriti e un morto nel terremoto, ma è una simulazione. Successo per la maxi esercitazione di Protezione Civile

Esercitazione di Protezione Civile in collaborazione con il 118 e gli organi istituzionali nella giornata di sabato 26 maggio a Gropparello, dove si è simulato l'intervento dei soccorritori dopo un sisma

I volontari anpas e cri con il personale del 118

Maxi esercitazione a Gropparello. I soccorritori hanno simulato l'intervento in seguito a una scossa di terremoto. La macchina dei soccorsi è partita alle 6 quando è arrivata una telefonata alla centrale operativa del 115 che segnalava una forte scossa di terremoto con crolli e feriti. Poco dopo tutti i comuni hanno messo in funzione i Centri operativi comunali (Coc) grazie alla collaborazione del Raggruppamento nazionale radiocomunicazioni emergenza della protezione civile di Piacenza che si occupa delle comunicazioni. I tecnici comunali dell'Unione Valnure e Valchero, insieme alle forze dell'ordine, hanno controllato l'agibilità delle varie abitazioni e strutture. A Carmiano, invece, si è simulato il crollo di alcune strutture, in cil ferimento grave di dieci persone. Il 118 e la Croce rossa di Piacenza hanno subito installato nel comune di Podenzano un Posto medico avanzato (Pma): qui i feriti sono stati trasportati dalle ambulanze per le prime cure in attesa del trasporto in ospedale. Il tutto con la supervisione del coordinatore del 118 di Piacenza Stefano Nani. Alla simulazione hanno preso parte i volontari di Protezione civile, Anpas, Croce rossa, le forze dell'ordine e l'Aagenzia regionale di Protezione civile.

«Questa esercitazione ha messo alla prova tutta l'organizzazione di protezione civile di Piacenza - spiega Paolo Rebecchi, responsabile regionale di protezione civile Anpas - per quanto riguarda il personale di Anpas che ha partecipato, ci riteniamo totalmente soddisfatti. Credo che si sia espresso molto bene il 118 locale che ha supportato tutto quello che è stato l'evento. Queste esercitazioni servono per arricchire il nostro sistema, ma anche di crescere e di capire le attività dei nostri colleghi impegnati n altri settori».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento