Nucleare: per la RSU Caorso, “Governo irresponsabile”

Riunione ieri a Caorso per la Rappresentanza sindacale unitaria della centrale nucleare. Preoccupazione dei sindacati sul disegno di legge per il commissariamento di Sogin. Il Governo – dice la Rsu – rifiuta il confronto con le Organizzazioni Sindacali e le Amministrazione Territoriali e tratta il delicato tema del nucleare a colpi di disegni di legge

Si dice preoccupata la Rappresentanza unitaria sindacale della centrale di Caorso. Preoccupata per l'approvazione del disegno di legge (S11195-B) sul commissariamento e lo spacchettamento di Sogin, la società che si occupa dello smaltimento delle scorie nucleari. Nella riunione di ieri, la Rsu caorsana ha detto di considerare “irresponsabile il comportamento del Governo che, trattando a colpi di disegni di legge questioni di tale rilevanza ai fini della sicurezza territoriale e della sicurezza sul lavoro, rifiuta costantemente il confronto con le Organizzazioni Sindacali e le Amministrazione Territoriali (responsabili della Protezione Civile del Territorio)”.
  Da agosto, blocco dei turni e degli spostamenti di orario per i lavoratori della centrale di Caorso  

Per dimostrare il proprio disappunto, l'associazione sindacale della centrale nucleare ha anticipato lo stato di agitazione dei dipendenti sito, già a partire dalla prima decade di agosto. Blocco degli straordinari e degli spostamenti di orario verranno attuati allo scopo di contrastare l’invio dei rimanenti 204 elementi di combustibile presenti in centrale.

“La disponibilità del lavoratori di Caorso si è esaurita” scrive una nota del sindacato, “infranta contro un cieco silenzio e manifesta volontà del Governo di proseguire per la sua strada incurante del dibattito politico-sociale “parallelo” promosso da Enti Territoriali e Organizzazioni Sindacali. Ci impegneremo affinché l’iniziativa promossa a settembre dalle Segreterie Nazionali FILCEM – FLAEI – UILCEM su tutto il territorio del Paese abbia ampia eco e concreti risultati che finalmente rispondano alle aspettative ed alle giuste richieste dei lavoratori Sogin”.


Edificio Turbina – accordo raggiunto per lo smantellamento

Despe spa, con sede nel bergamasco, si è aggiudicata la gara indetta da Sogin per smantellare l'edificio turbina della centrale nucleare di Caorso. Le operazioni inizieranno nel mese di agosto e vedranno impegnati 30 tecnici specializzati per una trentina di mesi. Verranno smantellate e decontaminate 6mila tonnellate di materiale metallico prelevate dall'edificio turbina. Grazie all'impiego di tecnologie all'avanguardia, si stima che verrà recuperato oltre il 96% del materiale ferroso.


Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento