rotate-mobile
Sabato, 22 Gennaio 2022
Cronaca Gropparello

Omicidio Casella, una perizia psichiatrica per capire se Adriano sia stato suggestionato

Avrà 90 giorni di tempo, il perito Filippo Lombardi, per stilare una perizia psichiatrica su Adriano Casella, il 36enne di Sariano di Gropparello che nel luglio scorso ha confessato di aver ucciso il padre Francesco di 78 anni e di averne poi gettato il corpo in un bosco vicino a Rustigazzo

Avrà 90 giorni di tempo, il perito Filippo Lombardi, per stilare una perizia psichiatrica su Adriano Casella, il 36enne di Sariano di Gropparello che nel luglio scorso ha confessato di aver ucciso il padre Francesco di 78 anni e di averne poi gettato il corpo in un bosco vicino a Rustigazzo. Il gip di PIacenza Giuseppe Bersani ha infatti disposto la perizia sull'imputato, con una serie di quesiti a cui lo specialista incaricato dal tribunale dovrà fornire una risposta dopo aver visitato il 36enne. 

In particolare il giudice vuole sapere - oltre se il ragazzo era capace di intendere e di volere al momento del delitto, se sia socialmente pericoloso e capace di stare in giudizio - se Adriano Casella sia circonvenibile, cioè se si tratti di un soggetto che possa essere facilmente suggestionato o indotto a compiere un delitto. In questo caso il riferimento è chiaramente alla relazione che l'omicida aveva con una lucciola albanese - come emerso dalle indagini dei carabinieri del Nucleo investigativo -  che lo avrebbe convinta uccidere il padre per ereditarne il denaro.
 

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Omicidio Casella, una perizia psichiatrica per capire se Adriano sia stato suggestionato

IlPiacenza è in caricamento