Omicidio Pierini, perizia psichiatrica su Gino Laurini

Gli psichiatri dovranno eseguire una perizia su Gino Laurini, figlio di Maria Grazia Guidoni, entrambi accusati dell'omicidio di Giuseppina Pierini avvenuto Pontenure il 3 luglio 2012. E' stato proprio il ragazzo a permettere di far ritrovare il corpo della nonna il 12 novembre 2015

Gino Laurini in tribunale

Stabilire se, al momento dei fatti, il giovane fosse in grado di intendere e di volere. E’ il quesito assegnato ai due psichiatri dal giudice per l’udienza preliminare, Adele Savastano nella mattina del 27 dicembre. Gli psichiatri dovranno quindi eseguire una perizia su Gino Laurini, figlio di Maria Grazia Guidoni, entrambi accusati dell’omicidio di Giuseppina Pierini (madre di Maria Grazia e nonna di Gino) avvenuto Pontenure il 3 luglio 2012. Il giovane, assistito dall’avvocato Sandro Nunzi (Foro di Grosseto), aveva visto accolta la propria richiesta abbreviato, condizionato alla perizia psichiatrica. Il legale ha sempre sostenuto che il giovane fosse stato in qualche modo soggiogato dalla personalità forte della madre. I due medici, Mario Mantero (di Milano) e Giacomo Filippini (Brescia), dovranno consegnare i risultati per la fine di marzo.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • Brugnello, Rivalta, Vigoleno: Valtrebbia e Valdarda grandi protagoniste a "Linea Verde"

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento