Elisa uccisa da Massimo dopo il pranzo insieme. Arrestato anche l'ex suocero

La 28enne di Borgotrebbia è stata trovata cadavere in un bosco a Costa di Sariano di Gropparello. Arrestato per favoreggiamento il padre dell'ex ragazza di Massimo Sebastiani. La giovane donna potrebbe essere stata uccisa a Campogrande di Carpaneto. Il 45enne stremato dalla vita all'addiaccio si è arreso

Il luogo del ritrovamento di Elisa Pomarelli (foto Gatti-Trespidi)

Si è concluso nel peggiore dei modi il giallo che per 14 giorni ha lasciato tutti i piacentini con il fiato sospeso: Elisa Pomarelli è morta. La 28enne di Borgotrebbia è stata trovata cadavere nel pomeriggio del 7 settembre in un bosco a Costa di Sariano di Gropparello. Era coperta da terra e rami in una buca non troppo profonda, in una zona molto impervia e scoscesa. Ad indicare ai carabinieri e al sostituto procuratore che ha coordinato le indagini Ornella Chicca, il luogo preciso dove aveva nascosto Elisa, Massimo Sebastiani, il tornitore 45enne ora in stato di fermo per omicidio e occultamento di cadavere. L’uomo in fuga dal 25 agosto, giorno della scomparsa di entrambi, è stato catturato – come ha spiegato il pm – nei pressi dell’abitazione di Silvio Perazzi in località Costa Cerini. Perazzi è il padre dell’ex fidanzata di Massimo. A poche centinaia di metri si trovava Elisa. Massimo, stremato dagli stenti, si è di fatto arreso e consegnato ai carabinieri che già sapevano dove trovarlo. 

Quando è stato bloccato dai carabinieri di Carpaneto avrebbe detto di aver litigato con Elisa dopo pranzo e di averla Il ritrovamento di Elisa ©Gatti-Trespidi/IlPiacenzalasciata sola mentre faceva l’autostop, poi è crollato, ha confessato e ha fatto ritrovare il corpo. «È pentito, si è reso conto di quello che ha fatto ed è stato collaborativo» hanno detto gli investigatori. Il corpo della ragazza è stato recuperato solo grazie all intervento del Nucleo Saf dei vigili del fuoco di Piacenza sul posto insieme ai colleghi di Fiorenzuola. Ora la salma è a disposizione dell autorità giudiziaria e nei prossimi giorni sarà effettuata l'autopsia. Indagato per favoreggiamento - e in seguito anche arrestato - il padre dell'ex fidanzata di Massimo, Silvio Perazzi: l'uomo avrebbe aiutato Sebastiani nei giorni della fuga offrendo forse riparo all'arrestato ma fino a che punto ha aiutato l’amico? Lo diranno le indagini. E' difeso dall'avvocato Paolo Fiori. 

Il ritrovamento di Elisa ©Gatti-Trespidi/IlPiacenzaMassimo ed Elisa si erano conosciuti qualche anno fa per lavoro ed erano diventati amici: ad unirli la passione per la campagna, uscivano, si frequentavano, svolgevano attività all'aria aperta, e pare stessero bene assieme ma forse lui voleva qualcosa di più, come hanno sempre sostenuto tutte le persone vicino alla ragazza. Domenica 25 agosto erano andati a pranzo a Ciriano di Carpaneto, poi la giovane donna era scomparsa mentre Massimo era stato visto più volte. Elisa non sarebbe stata uccisa dove è stata trovata ma forse nel pollaio di Massimo che dal giorno dell iscrizione nel registro degli indagati è difeso dall avvocato Mauro Pontini. Massimo era innamorato di Elisa, ne parlava come fosse la sua ragazza, ma la 28enne lo vedeva solo come un amico, forse questo amore non corrisposto potrebbe aver scatenato l'ira dell'uomo a Campogrande di Carpaneto, potrebbe averla strozzata nel pollaio subito dopo pranzo, circa 20 minuti dopo, caricata nel baule e portata nella boscaglia dove poi è stata trovata. Di lì avrebbe vagato, spesso di notte, alla ricerca di cibo e di riparo, fino a quando non ce l'ha più fatta.

Le ricerche dei due tra Sariano, Lugagnano, Morfasso e Carpaneto erano iniziate il giorPer Elisa una fiaccolata a Borgotrebbia ©Trespidi-Gatti/IlPiacenzano dopo la scomparsa e avevano visto in campo centinaia di uomini coordinati dalla Prefettura, poi la svolta delle ultime, tragiche, ore. Gli inquirenti avevano capito dove potesse trovarsi, hanno circoscritto la zona nelle ultime 48 ore, anche con i Cacciatori di Sardegna, per poi bloccarlo. Elisa lascia i genitori, le sorelle Debora e Francesca e le tante amiche che per lei avevano organizzato una fiaccolata solo qualche giorno fa. La sorella Francesca che, come tutte le persone che le volevano bene scrivevano sulla bacheca Facebook di Elisa dal giorno della scomparsa, saputa la tragica notizia ha salutato la sorella «Buonanotte tesoro mio». Sebastiani ora si trova alle Novate. Ai carabinieri il compito ora di ricostruire nel dettaglio tutto quello che è accaduto dal 25 agosto al 7 settembre. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Una coop creata per truffare lo Stato e fare soldi, 135 dipendenti senza contributi: scoperta maxi evasione

  • Sbalzato dall’auto che si ribalta nel campo, muore un 51enne

  • Si pente della droga e in confessione ne lascia un chilo e mezzo al parroco

  • Rapinato e picchiato sotto casa

  • Raduno degli Alpini a Piacenza, tutto quello che c'è da sapere

  • Presidente del Vigolo aggredito a bastonate e rapinato, è grave

Torna su
IlPiacenza è in caricamento