rotate-mobile
Martedì, 17 Maggio 2022
Procura / Podenzano

Schianto di Podenzano, indagato per omicidio stradale il 21enne che guidava la Bmw

Accadde il 13 febbraio, Andrea Cavanna morì il giorno dopo. Il 21enne, originario di Pontedellolio e residente in città non ha nessuna misura cautelare a suo carico ed è iscritto nel registro degli indagati per omicidio stradale nel fascicolo aperto dal sostituto procuratore Matteo Centini

E’ indagato per omicidio stradale il 21enne che nella tarda serata del 13 febbraio era alla guida della BMW 320 station wagon che si è schiantata contro la Golf di Andrea Cavanna all’altezza del semaforo di Podanzano, lungo via Roma. Cavanna morì al Maggiore di Parma dove fu trasportato già in condizioni disperate il 14 febbraio. Il 21enne, originario di Pontedellolio e residente in città non ha nessuna misura cautelare a suo carico ed è iscritto nel registro degli indagati per omicidio stradale nel fascicolo aperto dal sostituto procuratore Matteo Centini, titolare del caso e che coordina i carabinieri di Pontenure che hanno eseguito tutti gli accertamenti e i rilievi. Nel fascicolo sono confluiti e confluiranno tutti gli elementi raccolti dagli inquirenti (tra i quali alcuni video delle telecamere di sorveglianza in zona) e anche la relazione del perito nominato dalla procura. Questo dovrà ricostruire con precisione la dinamica del tremendo schianto, la precisa posizione dei veicoli coinvolti, la velocità e quanto necessario per definire un quadro esaustivo che consenta di appurare compiutamente l’accaduto. Il giovane, che è ancora in ospedale per i gravi traumi riportati, è rappresentato dall'avvocato Lorenzo Susinno il quale ha nominato un perito di parte per la ricostruzione dell'incidente.

Cavanna, 30enne originario di Podenzano anche se si era trasferito in città, era a bordo della sua Golf e si stava per immettere sulla Statale-Via Roma provenendo da via Montegrappa. Forse era già sull'incrocio quando a velocità molto sostenuta è sopraggiunta una BMW 320 station wagon che lo avrebbe travolto. L'impatto, violentissimo, aveva distrutto l'auto scagliandone il motore a decine di metri di distanza e lo aveva fatto sbalzare dall'abitacolo. Ed è sull'asfalto che era stato soccorso prima dai tanti testimoni (lo schianto è avvenuto proprio davanti al bar Porteno 900) e poi dai sanitari del 118. Stabilizzato era stato portato in volo a Parma dell'elicottero di Bologna: le sue condizioni, purtroppo, erano già irreversibili. A bordo del Bmw c'erano, oltre al 21enne che era stato ricoverato in rianimazione con un grave trauma toracico, tre ragazze. Due (21 e 18 anni) hanno riportato diversi traumi ma non sono state in pericolo di vita, la terza (anche lei 18enne) invece era stata portata a Parma in perché aveva riportato gravissimi traumi, al momento le sue condizioni sarebbero stabili.

CHI ERA ANDREA CAVANNA

Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Schianto di Podenzano, indagato per omicidio stradale il 21enne che guidava la Bmw

IlPiacenza è in caricamento