Lunedì, 14 Giugno 2021
Cronaca

Tragedia di Vernasca, rimane in carcere il 35enne: «Straziato da quanto accaduto»

Rimane in carcere il 35enne accusato di aver travolto le sorelle Crovetti uccidendone una delle due, la 55enne Ester, nella serata del 19 dicembre sulla provinciale 12  in località Ferrai tra Bacedasco e Vernasca

La vittima e il luogo dell'incidente

Rimane in carcere il 35enne accusato di aver travolto le sorelle Crovetti uccidendone una delle due, la 55enne Ester, nella serata del 19 dicembre sulla provinciale 12  in località Ferrai tra Bacedasco e Vernasca. Cosi è stato deciso al termine dell'interrogatorio di garanzia (avvenuto da remoto) al quale hanno partecipato il gip Luca Milani, il pm Daniela Di Girolamo, l'indagato dalle Novate e il suo legale, l'avvocato Matteo Dameli. L'uomo, accusato di omicidio stradale aggravato dalla guida in stato di ebbrezza e omissione di soccorso, si è avvalso della facoltà di non rispondere ma è parso molto provato e straziato dall'accaduto. Il suo legale, Dameli, si riserva di leggere le motivazioni della decisione del gip e di eventualmente valutare ogni azione che riterrà opportuna. Nel frattempo il 35enne attraverso Dameli ha fatto arrivare alla famiglia delle sorelle le proprie condoglianze. La tragedia era avvenuta in località Ferrai. Ester e Maura, due sorelle che vivevano poco lontano dall'incidente, stavano passeggiando con i cani, poi sono state falciate dalla Bmw. Ester era morta sul colpo, Maura invece aveva riportato dei gravi traumi ma non dovrebbe essere in pericolo di vita ed è ancora ricoverata al Maggiore di Parma. L'investitore E.L. era poi scappato senza prestare soccorso ma nell'impatto aveva perso una targa sicché era stato ben presto identificato e arrestato dai carabinieri del Norm di Fiorenzuola e Vernasca. 

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Tragedia di Vernasca, rimane in carcere il 35enne: «Straziato da quanto accaduto»

IlPiacenza è in caricamento