Onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, un ufficiale e quattordici cavalieri

Il 12 settembre alle 18 in Prefettura si svolgerà la cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, concesse dal Presidente della Repubblica

Il 12 settembre alle 18 in Prefettura si svolgerà la cerimonia di consegna delle onorificenze dell’Ordine al Merito della Repubblica Italiana, concesse dal Presidente della Repubblica.  I destinatari delle 15 onorificenze (di cui 1 Ufficiale e 14 Cavalieri) sono i seguenti: 

Ufficiale: 

Luogotenente Vito Belcuore  

Attualmente in  congedo, nel 1978 si è arruolato nell’Arma dei Carabinieri. Nel corso della carriera ha prestato servizio presso le Stazioni Carabinieri di Ascoli Satriano, Sant’Ilario d’Enza e Gropparello. È stato insignito, tra l’altro, della medaglia d’oro al merito di lungo comando e dell’onorificenza di Cavaliere dell’Ordine al Merito della Repubblica italiana.

Appuntato Scelto Massimo Banci. Arruolato nell’Arma dei Carabinieri nel 1992. Dal 2006 in servizio presso l’Aliquota  Radiomobile del N.O.R. della Compagnia Carabinieri di Piacenza. Il 29 settembre 2014, nel corso di un inseguimento di un’autovettura sottrattasi al controllo, a seguito di un incidente stradale, è rimasto gravemente ferito. Per tale episodio lo stesso è stato insignito della Medaglia d’Oro al Valor Civile ed è stato destinatario dell’Encomio solenne del Comandante Generale dell’Arma dei Carabinieri.

Coniugi Nazareno Cartechini e Gabriella Casali. Gestiscono insieme nel Comune di Cortemaggiore il ristorante “Antica Corte”, che   vanta una clientela che arriva anche dalle province limitrofe di Milano, Cremona e Lodi. Hanno ospitato e mantenuto agli studi due ragazze dell’ex Unione Sovietica, consentendo loro di diplomarsi.

Claudio Compiani. Ha svolto la propria attività lavorativa, fino al 2016, anno del pensionamento, in qualità di tecnico idraulico presso la Società IRETI. E’ particolarmente attivo nell’ambito della Sezione AVIS di Alseno, dove grazie alle sue 140 donazioni di sangue si è affermato come il donatore con il più alto numero di donazioni effettuate.

Isp. Sup. Sostituto Commissario Carmelo Esposito.  Attualmente in congedo si arruolò nella Polizia Penitenziaria nel 1978. Nel Corso della carriera ha prestato servizio presso gli Istituti di Pena di Voghera, Livorno, Milano Opera e Piacenza. E’ stato insignito di due Croci d’Argento per anzianità di servizio al compimento del 16° e 30° anno di servizio.

Giuseppe Freppoli.  Fin da giovanissimo ha intrapreso l’attività di agricoltore. Attualmente ricopre la carica di consigliere dell’Associazione Coldiretti di cui per alcuni anni è stato vice presidente. Dal 2016 ricopre l’incarico di Assessore di Castell’Arquato e dal 2017 è consigliere provinciale.

Fausto Gandolfi. Dopo aver conseguito il diploma  è stato assunto presso la ditta piacentina Fuochi e Milanesi, successivamente si è trasferito alla ditta GM Termosanitari dove ha partecipato fino al pensionamento, avvenuto nel 2010, allo sviluppo della stessa azienda.

Giulio Gravaghi. E’ Amministratore Unico della “Sciara Energy Consulting S.r.l.”, società di consulenze nel settore dell’energia dallo stesso fondata. E’, tra l’altro, Membro della Commissione Nazionale Servizi Pubblici Locali di ANCI e Presidente della Commissione Energia di Confindustria di Piacenza. E’ autore di svariate pubblicazioni su “Staffetta Quotidiana” periodico leader nel settore delle fonti di energia. 

Magg. Michele Mancini. Attualmente in servizio presso il Comando Legione Carabinieri Molise di Campobasso. Ha frequentato l’Accademia Militare di Modena e la Scuola Ufficiali Carabinieri di Roma. Arruolatosi nell’Arma nel 2000 ha maturato esperienze di Comando a Roma, Napoli e Piacenza. Gli è stata conferita la Medaglia di bronzo al merito di lungo comando.

Francesco Martino. Comandante provinciale dei Vigili del Fuoco di Piacenza. Ha conseguito la Laurea in Ingegneria Civile per la Pianificazione Territoriale e la Difesa Suolo presso l’Università della Calabria di Cosenza nel 1989. Entrato  nel Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco nel 1990, ha prestato servizio presso il Comando Provinciale di Reggio Emilia e, in qualità di Comandante, a Cremona e Parma. E’ stato insignito della Croce di Anzianità per lodevole servizio.

Roberto Mori. Ha iniziato la propria attività professionale nel 1964. Dal 1979 al 2002, data del collocamento a riposo, ha operato presso la ditta “Costruzioni Meccaniche Cesare Schiavi” (ora Finanziaria Farnese). Il nominato è membro del Consiglio provinciale dei Maestri del lavoro. Nel 1999 è stato insignito della “Stella al Merito del Lavoro”.

Walter Rattotti. Dopo aver prestato la propria attività presso il Gruppo RDB di Piacenza per un biennio, ha svolto la propria attività con incarichi direttivi presso la società IBM. Da diversi anni, dopo essere andato in pensione, collabora attivamente con il Consolato Provinciale dei Maestri del Lavoro. E’, tra l’altro, Presidente del Collegio dei Revisori della Federazione Nazionale dei Dirigenti delle Imprese Industriali. E’ insignito della “Stella al Merito del Lavoro”.

Sandro Romiti. Il predetto, ora in quiescenza, ha insegnato “educazione tecnica” in varie scuole della provincia. E’ attualmente vice segretario nazionale dell’A.N.I.A.T. nonché presidente provinciale e responsabile regionale della medesima associazione presso l’Ufficio Scolastico Regionale di Bologna con il compito di promuovere la cultura tecnologica in ogni ordine e grado di scuola.

Edoardino Tansini. Il predetto ha iniziato la sua attività lavorativa negli anni ’50 presso la falegnameria di famiglia che si è poi trasformata in un punto vendita. Nel corso degli anni l’attività si è man mano ampliata. Attualmente l’azienda si occupa del commercio al dettaglio ed all’ingrosso di materiale per l’industria e l’artigianato del mobile.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Animale sulla strada, si ribalta tra il guard rail e il muro di una casa

  • Con la caldaia rotta accendono il gas per scaldarsi, famiglia intossicata

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento