Operazione Alto Impatto: 24 denunce e 4 arresti. Recuperato un Malaguti Fifty rubato negli anni Novanta

Si è conclusa, nei giorni scorsi in diverse province italiane, l'operazione della polizia "Alto impatto per il contrasto dei reati predatori, dello sfruttamento della prostituzione ed dello spaccio di sostanze stupefacenti"

Il Fifty

Si è conclusa, nei giorni scorsi in diverse province italiane (Novara, Verona, Imperia, Latina Ravenna, Pescara, Caserta, Ragusa, Vibo Valentia e Sassari) l'operazione "Alto impatto per il contrasto dei reati predatori, dello sfruttamento della prostituzione ed dello spaccio di sostanze stupefacenti". Coordinata dallo Sco (Servizio centrale operativo) la complessa attività ha impegnato oltre alle squadre mobili anche i Reparti specializzati della Polizia di Stato, come le Unità cinofile antidroga e la Polizia scientifica. A Piacenza dal 18 al 23 giugno la polizia ha denunciato 24 persone e ne ha arrestate 4, sequestrato armi, droga ed effettuato diverse perquisizioni.

Nel dettaglio si tratta di una denuncia di un albanese per rapina, tre romeni per ricettazione (in uno stabile in via Nino Bixio gli agenti hanno trovato una smerigliatrice e un ciclomotore Malaguti Fifity rubato negli anni Novanta e pronto per essere spedito in Romania), un marocchino e un egiziano sono stati invece trovati in possesso di alcune armi da taglio, mentre per furto sono finiti nei guai sei italiani, un tunisino, due romani e due marocchini. Per droga invece sono stati denunciati tre italiani, due marocchini, un egiziano. Quattro le persone arrestate: una per tentato omicidio, l'altra, una nigeriana, per sfruttamento della prostituzione, una per spaccio di droga e un egiziano sempre per stupefacenti. Sono state sequestrate due pistole e alcune munizioni, armi da taglio 2.7 grammi di cocaina, 31,2 di hascisc e 7.3 marijuana. 

I NUMERI NAZIONALI - Sono state arrestate 64 persone, per rapina, ricettazione, per violazione delle norme concernenti le armi, furto, reati in materia di stupefacenti e per favoreggiamento e/o sfruttamento della prostituzione. Sono stati, infine, denunciati in stato di libertà altre 60 persone di diverse nazionalità per altrettanti reati di ricettazione, furto e violazione delle norme sulle sostanze stupefacenti e quelle sulle armi. Sono state eseguite 78 perquisizioni, sequestrate circa 5 chili di sostanza stupefacente, pronta in dosi da smerciare sulle piazze, un fucile illegalmente detenuto, 4 pistole, delle quali una usata per un tentativo di omicidio, circa 300 cartucce da munizionamento, diversi arnesi per lo scasso e diversi coltelli a serramanico.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Ubriaco fradicio porta il coniuge trans a prostituirsi: «Arrotondiamo il bilancio familiare», denunciati

  • «Sto andando a medicare un mio amico perché è stato morso da uno squalo»: denunciato

  • Coronavirus, 33 morti a Piacenza in un giorno: è il record peggiore. Sono 314 dall'inizio dell'epidemia

  • Tamponi ed ecografia a domicilio per i sospetti Covid, quattro team medici da martedì casa per casa

  • Coronavirus, la curva rallenta ma ci sono ancora 25 morti: in tutto 447 da inizio epidemia

  • La situazione nei comuni piacentini aggiornata al 24 marzo

Torna su
IlPiacenza è in caricamento