Ordine di carcerazione per "Totò" Villirillo, boss dei cutresi nel Piacentino

E' stato emesso un ordine di carcerazione per Antonio "Mazzola" Villirillo, 52enne, capo della famiglia cutrese nel Piacentino, che sconterà in carcere 2 anni e 7 mesi per traffico di droga. I carabinieri l'hanno prelevato dalla propria casa a Monticelli d'Ongina. L'uomo si dichiara vittima «di un malinteso giudiziario». I fatti risalgono al 2002. Un 416 bis a Piacenza

E' stato emesso un ordine di carcerazione per Antonio "Mazzola" Villirillo, 52 anni, boss della 'ndrangheta calabrese e rappresentante della famiglia cutrese nel Piacentino. L'uomo è stato prelevato l'altra notte nella propria abitazione di Monticelli d'Ongina (a sinistra Villirillo in caserma e sotto il video dei carabinieri) dai carabinieri del nucleo investigativo - coordinati dal tenente Rocco Papaleo - e dagli uomini dell'Arma della locale stazione.

L'uomo sconterà 2 anni, 7 mesi e 13 giorni di carcere, oltre al pagamento di un'ammenda di 3mila euro, per traffico di droga. E' stata rigettata dal tribunale di Bologna la sua istanza per essere destinato ai servizi sociali. Il 52enne, assieme ad altri 5 personaggi di spicco della malavita organizzata nel Nord Italia, nell'ambito dell'operazione "Grande drago", è stato destinatario di una condanna per il 416 bis, associazione a delinquere di stampo mafioso. 
  L'uomo si è dichiarato vittima di un malinteso giudiziario. Per lui una condanna di 416 bis  

«E' un articolo insolito nel Nord Italia - commenta Papaleo -, ma che segnala che, anche qui, ci sono infiltrazioni delle famiglie delle organizzazioni criminali del Sud». Il rappresentante dei cutresi, all'arrivo dei carabinieri, non ha opposto resistenza. «Sono vittima di un malinteso giudiziario che verrà chiarito», ha detto agli agenti che lo portavano alle Novate, dove ora si trova.

I fatti che riguardano la carcerazione risalgono al biennio 2001-2003. Villirillo gestiva un traffico di cocaina tra Monticelli, Caorso, Castelvetro e Cremona, e si preoccupava di recuperare lo stupefacente da smerciare ai consumatori delle zone. Venne fermato con 3 chili di coca nella propria abitazione.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Frontale a Castellarquato: muore un uomo, altre due persone sono gravissime

  • Scontro Cavanna-Burioni sull’utilizzo della idrossiclorichina per combattere il Covid

  • Travolto da un Tir mentre cammina al buio sul cavalcavia, 24enne in fin di vita

  • Frontale lungo la Provinciale, muore in auto di fianco alla moglie

  • Nuovo Dpcm: Conte ha firmato, che cosa cambia da domani

  • Ha una relazione con l'allieva, lei lo perseguita e lui la denuncia per stalking

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento