menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay
L'ingresso dell'ospedale in Cantone del Cristo

L'ingresso dell'ospedale in Cantone del Cristo

Ospedale, via le auto dei dipendenti: parcheggeranno solo pazienti e accompagnatori

Cambia la viabilità all'interno del nucleo antico dell'ospedale di Piacenza. Il parcheggio sarà consentito solo ad alcune tipologie di utenti mentre per gli accompagnatori sarà permessa una breve sosta

Il 29 febbraio inizia il cantiere per la riqualificazione della viabilità interna del nucleo antico dell'ospedale di Piacenza: i lavori dureranno circa due mesi e la spesa per questa tranche di lavori è di 300mila euro. Alla fine dei lavori all'interno dell'ospedale saranno presenti 65 posti auto in più (di cui 15 per disabili). 

L'obiettivo di questi cambiamenti sono garantire l'accesso ai servizi sanitari per chi ha difficoltà di movimento e per chi accompagna queste persone. Per questo motivo sarà in vigore il divieto di parcheggio delle auto private dei dipendenti. Si creeranno quindi 65 postazioni all'interno dell'ospedale: saranno usate solo dai pazienti e dagli accompagnatori.

Chi possiede un permesso di circolazione per invalidi e i pazienti che devono entrare per terapie lunghe saranno autorizzati a sostare per la durata della terapia. I restanti utenti potranno entrare e avvicinarsi al reparto a cui devono accedere per accompagnare il paziente. A questa categoria di persone è consentita una breve sosta ma non il parcheggio del mezzo che dovrà essere portato all'esterno della struttura. Una volta concluso ciò che si doveva fare in reparto, il guidatore potrà tornare a prendere il paziente all'interno della struttura.

«Il parcheggio – dice Luca Baldino, direttore Generale Ausl - sarà consentito solo negli spazio appositi: per i mezzi che non rispetteranno questa regola è prevista la rimozione forzata e la tolleranza è zero. Chi invece parcheggia per un tempo superiore a quello consentito per accompagnare il paziente in reparto (si deve ancora decidere se sarà di mezz’ora o di quaranta minuti) riceverà a casa una penale da pagare».

nuovo atrio ospedale-2«Mi auguro che non vengano date penali – continua – perché questo vorrebbe dire che tutti hanno rispettato le regole. In ogni caso i soldi che deriveranno dalle penali non andranno nelle tasche dell'azienda ma saranno investite in iniziative di mobilità sostenibile. Dal 29 febbraio per tre settimane ci saranno alcuni disagi di circolazione e per questo chiedo ai cittadini di avere pazienza e di usare il meno possibile l'auto».

Al termine dei lavori l'ingresso e l'uscita saranno da via Campagna di fianco alla chiesa di san Giuseppe. Verranno creati percorsi dedicati ai pedoni e ci saranno aree ad accesso controllato in cui entreranno solo i mezzi autorizzati al trasporto pazienti. Sarà installata una completa segnaletica di orientamento. 

«Verranno anche riasfaltati alcune parti – sottolinea Maria Gamberini, direttore amministrativo Ausl Piacenza – Abbiamo anche potenziato il servizio di vigilanza: gli operatori aiuteranno nella gestione della circolazione nelle fasi di cantiere. All'entrata delle auto sarà erogato un biglietto per chi non ha la targa registrata. Questo spiegherà tutte le regole da rispettare e varrà da contratto».

«La filosofia dell'azienda - conclude Baldino - è garantire l'accesso nel modo migliore possibile agli utenti. Per quanto riguarda l'atrio, abbiamo eliminato le barriere architettoniche che c'erano prima».

«Chi si occupa di salute pubblica e di servizi alle persone – evidenzia Giorgio Cisini, assessore ai Lavori pubblici, cura della città e sport Comune di Piacenza - deve occuparsi di queste situazioni: la direzione dell’azienda ha avuto il coraggio di affrontare il problema e questo è importante. L’amministrazione comunale ha presentato un anno e mezzo fa il piano parcheggi: abbiamo rifatto il parcheggio di via 21 aprile e realizzato il parcheggio di 150 posti bianche e gratuiti in largo Anguissola».

«L'ingresso - continua Cisini - al nucleo antico non sarà più da cantone del Cristo (da cui passeranno solo i mezzi di emergenza e le auto aziendali) ma da via Campagna e mi pare una cosa molto buona anche per questioni di viabilità». 

Nella prima fase dei lavori, (2-3 settimane) l’ingresso e l’uscita dei veicoli avverrà in via Taverna – Cantone del Cristo

Sarà già necessario rispettare alcune regole: 

1) Entrare con i veicoli privati solo per portare il proprio familiare vicino al luogo della prestazione

2) Sostare brevemente per accompagnare il familiare all’ambulatorio o al reparto

3) Parcheggiare all’esterno dell’ospedale per permettere a tutti gli altri utenti di trovare posto

4) Rientrare in auto in ospedale per riprendere il familiare 

Per garantire rispetto delle regole e uguali diritti per tutti è attivo un servizio di rimozione delle auto parcheggiate al di fuori degli spazi delimitati.

L’accesso e il parcheggio sono sempre garantiti per i disabili e i pazienti che devono sottoporsi a terapie di lungo periodo 

Per contenere i disagi:

Nei punti di accesso agli ambulatori più frequentati, sarà potenziato e dislocato il servizio di accoglienza e trasporto (CIDAS)

Sarà aumentata la presenza del personale di vigilanza IVRI

Dal lunedì al venerdì dalle 8.30 alle 16.30 sarà attivo

il numero telefonico 0523 – 302424 per informazioni e dettagli 

Per evitare il sovraffollamento di auto è stato predisposto il divieto di accesso e parcheggio delle auto private dei dipendenti.

In questo modo, oltre 65 postazioni poste all’interno dell’ospedale saranno utilizzabili solo dagli utenti per accompagnare chi ha problemi di movimento. 

slide viabilità ospedale-2

Da sinistra: Giorgio Cisini, Luca Baldino e Maria Gamberini-2

Allegati

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento