Paga la spesa con 20 euro falsi, i carabinieri: «Non spendeteli, chiamateci»

Ha fatto spesa, poi alla cassa ha cercato di pagare ma la commessa si è accorta che i soldi della donna erano falsi. Nei guai è finita così una 40enne piacentina che è stata denunciata: probabilmente era in buona fede e non si era accorta di avere tra le mani una banconota da 20 euro falsa

foto web

Ha fatto spesa, poi alla cassa ha cercato di pagare ma la commessa si è accorta che i soldi della donna erano falsi. Nei guai è finita così una 40enne piacentina che nella giornata del 29 dicembre si è trovata ad avere una banconota da 20 euro falsa con la quale ha cercato di pagare la spesa in un negozio di articoli per la casa in città. I carabinieri, avvisati dalla cassiera, hanno verificato effettivamente che i 20 euro non presentavano tutti i requisiti di legge e hanno dovuto denunciare la donna per spendita di banconote false. La piacentina, fanno sapere dal comando provinciale, probabilmente era in buona fede e non si era accorta di avere soldi falsi: «Se avete qualche dubbio non cercate di liberarvi delle banconote spendendole, ma fatele controllare, così da non incappare in denunce o vivere episodi spiacevoli», spiegano i carabinieri. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • «Noi non ce l’abbiamo fatta». Dopo 15 anni di attività la trattoria finisce in “svendita”

  • Ripescata nel Po un'auto con a bordo un cadavere, è Daniele Premi

  • Nuovo decreto e spostamenti tra Regioni e Comuni: cosa si può fare (e cosa no) dal 16 gennaio

  • Per 30 anni in prima linea, il 118 piange Antonella Bego. «Perdiamo una professionista e un'amica»

  • Frontale tra due auto a Fiorenzuola: tre feriti, uno è gravissimo

  • L'Emilia-Romagna resta arancione, firmato il nuovo Dpcm

Torna su
IlPiacenza è in caricamento