rotate-mobile
Venerdì, 30 Settembre 2022
Polizia Locale in lutto

«Un grande uomo e un collega superlativo, umano e altruista», addio al commissario Paolo Sarasini

Sessant’anni appena compiuti è deceduto nella notte tra il 4 e il 5 agosto per un male che lo ha strappato ai suoi cari in 18 mesi. Per 41 anni ha servito la Polizia Locale di Piacenza dove tutti lo ricordano con immenso affetto e stima

E’ un cordoglio senza fine quello che dalla notizia della sua scomparsa sta coinvolgendo le centinaia di persone che lo conoscevano, amavano e stimavano. Il commissario Paolo Sarasini, sessant’anni appena compiuti è deceduto nella notte tra il 4 e il 5 agosto per un male che lo ha strappato ai suoi cari in 18 mesi. Lascia la moglie. Guidava da responsabile l’Area servizi specifici (Nost, monumentale, commercio e polizia ambientale) della Polizia Locale di via Rogerio. Sarasini era però anche impegnato in prima linea perché era anche segretario nazionale del sindacato Sulpl.

Ed è proprio sulle pagine Facebook dell’associazione che viene diffusa la notizia: «In punta di piedi, nel suo stile, il nostro fratello, amico, collega Paolo Sarasini è andato via, dopo un lungo, ingiusto e indicibile calvario.  Ha dato tutto se stesso per questo sindacato, che era parte di sé e per la nostra categoria, che amava. Abbiamo perso tanto, troppo... Paolo resterà nei cuori di chi lo ha amato, era prezioso, era unico. Un abbraccio fin lassù e proteggici. Lampi blu per te che sei speciale...». E ancora scrive Miriam Palumbo: «Un grande uomo, un fratello, un amico, un collega speciale e superlativo. Umano e altruista. Resterai per sempre nei nostri cuori. Mai e poi mai avremmo voluto celebrarti così....».

I colleghi del Nost (nucleo operativo sicurezza del territorio) lo ricordano così: «Eravamo i suoi ragazzi, gli brillavano gli occhi quando parlava del suo piccolo nucleo ed era talmente umile da dire che viveva di luce riflessa grazie al nostro lavoro. In realtà lui era il nostro faro, un leader non un capo. La sua è stata una vita dedicata agli affetti, agli amici, al sindacato e alla Polizia Locale italiana tutta». E sono centinaia e non si contano i messaggi di cordoglio e dolore che si sono moltiplicati nel trascorrere delle ore da parte di tutti quelli che ora si sentono orfani di una guida, un pilastro fondamentale del corpo di via Rogerio. 

Tutto il Comando di Polizia Locale di Piacenza si stringe con affetto ai familiari del compianto commissario Paolo Sarasini che ha prestato servizio per 41 anni nel Comune di Piacenza. «Profondo dolore  - si legge in una nota ufficiale - viene  partecipato dai tanti colleghi che lo ricordano con stima e affetto, come una persona professionalmente preparata, sempre al fianco dei colleghi ad assicurare supporto operativo e assistenza nell’attività sindacale, nella quale era fortemente impegnato. La prematura scomparsa del collega commissario Paolo Sarasini lascia un vuoto difficilmente colmabile e l’impronta indelebile di una persona per la quale tutti nutrivano ammirazione e attaccamento.

Dalle 8.30 del 6 agosto il nostro caro Paolo sarà alla Porta del Cielo in Strada Gragnana, 19. Domani sera nella Chiesa di Santa Franca (Piazza Paolo VI n.1) si reciterà un rosario per Paolo alle ore 20.30. Lunedì ore 9, nella stessa chiesa si celebreranno i funerali.

IL CORDOGLIO DEL SINDACO - «La tragica e prematura scomparsa del commissario Paolo Sarasini suscita nella nostra comunità un sentimento di sincera commozione e vicinanza ai familiari e a tutti i suoi colleghi del Comando di Polizia Locale». Così il sindaco Katia Tarasconi esprime, anche a nome dell’Amministrazione comunale, il cordoglio per la tragica notizia appresa stamani, ricordando “le doti umane, la professionalità e la dedizione che sono valsi al commissario Paolo Sarasini, negli oltre 41 anni di servizio presso il Comune di Piacenza, la stima e l’affetto dei colleghi, che ne serberanno sempre caro il ricordo. «Anche a nome dei colleghi di Giunta, porgo ai familiari le più sentite condoglianze ed esprimo la mia più sincera partecipazione in questo momento di grande dolore»

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Un grande uomo e un collega superlativo, umano e altruista», addio al commissario Paolo Sarasini

IlPiacenza è in caricamento