Paracadutista piacentino muore durante un addestramento

La tragedia durante un addestramento a Guidonia: il sergente maggiore Mirko Rossi, genovese ma piacentino d'adozione, ha perso la vita. Il cordoglio del ministro della Difesa e del capo di Stato maggiore

Mirko Rossi

Tragedia a Guidonia dove nel tardo pomeriggio di martedì 28 novembre è morto il Sergente Maggiore Mirko Rossi, paracadutista di 41 anni dell’Aeronautica Militare, originario di Genova ma piacentino d'adozione. Il militare, in forza al 17° Stormo, ha perso la vita in seguito all'impatto al suolo durante un'attività addestrativa di lancio con paracadute pre-pianificata che si stava svolgendo presso l'Aeroporto Militare Alfredo Barbieri della Città dell’Aria. Il sottufficiale è deceduto presso il Policlinico Universitario Gemelli di Roma, dove era stato trasportato da un elicottero del 118. Dopo l'incidente il Sergente Maggiore Rossi era stato immediatamente soccorso dal personale medico militare presente in base. L'Aeronautica Militare ha attivato le procedure per accertare le cause dell'incidente. Nato a Genova, il Sergente Maggiore Mirko Rossi a Piacenza era molto conosciuto, insieme alla moglie, titolare di un negozio per animali nella nostra città. 

IL CORDOGLIO DEL MINISTRO DELLA DIFESA E DEL CAPO DI STATO MAGGIORE

Tra i primi ad esprime cordoglio il ministro della Difesa Roberta Pinotti: «Appresa la notizia del decesso del Sergente Maggiore Mirko Rossi durante un'attività addestrativa, ha espresso le più sentite condoglianze e affettuosa vicinanza ai familiari del Sottufficiale e al Capo di Stato Maggiore». Anche Il Capo di Stato Maggiore dell'Aeronautica Militare Generale di Squadra Aerea Enzo Vecciarelli, «a nome suo e di tutta la Forza Armata, esprime vicinanza e cordoglio ai familiari e alle persone più care del Sergente Maggiore Mirko Rossi deceduto oggi nel tragico incidente». Anche il Capo di Stato Maggiore Difesa, il Generale Graziano: «appresa notizia del decesso del Sergente Maggiore Mirko Rossi durante un'attività addestrativa di lancio con il paracadute, ha espresso le più sentite condoglianze ai familiari del Sottufficiale e al Capo di Stato Maggiore».

IL RICORDO DEL CONSIGLIERE DOMENEGHETTI

Rossi aveva un’altra grande passione: le moto. Lo ha ricordato così l’amico e consigliere comunale Nicola Domeneghetti, con cui condivideva questo interesse. Rossi era membro dei Lowlanders MC Piacenza, club motociclistico di riferimento della nostra città e protagonista di diverse iniziative benefiche. «Ieri pomeriggio durante un'esercitazione nei cieli di Roma è mancato un grande uomo, un fratello. Mirko era il mio idolo, rappresentava tutto ciò che avrei voluto essere nella vita: un eroe! Sì, cosi chiamano in altri paesi coloro che rischiano quotidianamente la propria vita per la Patria. Ma lui minimizzava ciò che faceva, lo considerava semplicemente il suo lavoro. A volte partiva improvvisamente senza dire dove sarebbe andato alla sua adorata moglie per non farla preoccupare. A noi, i suoi fratelli, diceva qualcosa di più, a volte, quasi per condividere le sue preoccupazioni, ma senza mai violare alcun segreto militare e senza avere paura, mai! In passato ha trascorso molto tempo in Afghanistan in missione di pace e, ultimamente, si era specializzato in paracadutismo arrivando ad essere istruttore. Volevo essere lui, adoravo la sua calma in ogni situazione, la sua fermezza, la sua schiettezza. Un uomo fuori dal comune, un esempio per tutti noi, lascia un vuoto incolmabile che non potrà non incidere sul nostro futuro. Ti voglio bene fratello, per l'ultima volta ti auguro buona strada».

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • In auto centra tre vetture in sosta e si ribalta. Illeso

Torna su
IlPiacenza è in caricamento