Martedì, 18 Maggio 2021
Cronaca

Beccato quattro volte a non fare lo scontrino, parrucchiere cinese chiuso dalla Finanza

Sospensione dell'attività disposta per un esercizio commerciale di Castelsangiovanni

(Repertorio)

Il parrucchiere non rilascia gli scontrini fiscali, e la Guardia di finanza gli sospende l'attività. E' accaduto a Castelsangiovanni: nel mirino delle fiamme gialle piacentine un parrucchiere cinese che per quattro volte in meno di cinque anni è stato beccato a non fare lo scontrino ai clienti.

«Il provvedimento di sospensione è stato emesso dalla direzione regionale dell’Emilia Romagna dell’Agenzia delle Entrate di Bologna, e va da un minimo di tre giorni a un mese, - dice la Finanza - è una sanzione accessoria espressamente prevista dall’art.12 del d.lgs n.471/1997 che si aggiunge alla sanzione principale che e’ pari al 100% dell’iva evasa, calcolata sul valore del bene o servizio ceduto, e comunque per un importo non inferiore a 516 euro per ogni ricevuta fiscale non rilasciata». In questo caso la chiusura è di tre giorni. 

«Continua senza sosta l’attività di polizia economico finanziaria svolta dalla guardia di finanza di Piacenza - si legge in una nota - finalizzata a garantire la certificazione dei corrispettivi da parte degli esercenti obbligati al rilascio dei documenti fiscali. L’attività rientra tra i compiti istituzionali del corpo, quale il contrasto dell’evasione fiscale a tutela degli operatori economici che, rispettando il dettato normativo ed operando correttamente sul mercato, si trovano a confrontarsi con una concorrenza sleale».

Si parla di

In Evidenza

Potrebbe interessarti

Beccato quattro volte a non fare lo scontrino, parrucchiere cinese chiuso dalla Finanza

IlPiacenza è in caricamento