menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Pasqua e Pasquetta: previsti controlli straordinari anti Covid nel Piacentino

Il prefetto: «Ora più che mai atteniamoci alle regole, osserviamo comportamenti corretti anche e soprattutto durante queste festività, per non vanificare quanto sinora fatto con sacrifici sul piano economico e sociale.  Possiamo e dobbiamo farcela»

Altra seduta, in video conferenza, del Comitato Provinciale per l’Ordine e la Sicurezza Pubblica. All’ordine del giorno i controlli durante le festività pasquali anche in funzione di contenimento dell’emergenza epidemiologica, così come raccomandato dalla recente circolare del Ministero dell’Interno.

Nella riunione, d’intesa con il questore e sentiti i vertici provinciali delle forze di polizia, è stata pianificata l’adozione di ulteriori misure straordinarie di controllo del territorio con particolare riguardo alla rete stradale (Statale 45) e autostradale (caselli A1 e A 21), agli obiettivi sensibili anche in relazione alla festività cristiana e agli altri luoghi di culto delle diverse confessioni, ai mezzi di trasporto collettivo, alle stazioni ferroviarie, ai locali pubblici, alle aree abituale ritrovo di giovani e ai luoghi all’aperto frequentati in occasione delle festività anche in considerazione del rialzo termico primaverile (parchi, giardini, aree pic-nic e Lungo Po) al fine di garantire l’osservanza del divieto di assembramento.

Il questore, cui è stata demandata la disposizione dei servizi sulla base della pianificazione disposta nel Comitato provinciale per l’Ordine e Sicurezza pubblica, si avvarrà del concorso dell’Arma (con particolare riferimento alle compagnie carabinieri di Fiorenzuola e di Bobbio), della Guardia di Finanza, della Polizia Stradale e Ferroviaria e delle Polizie Locali.

Fermo restando quanto già definito nelle precedenti riunioni di Comitato, è stato deciso di adottare ulteriori misure straordinarie con particolare riferimento al centro storico della città, negli orari ritenuti maggiormente critici in termini di affluenza, intensificando ulteriormente i controlli per evitare il rischio di assembramenti, anche involontari.  Il sindaco di Piacenza e gli altri rappresentanti degli enti Locali intervenuti hanno assicurato, in un’ottica di collaborazione sinergica, il pieno supporto delle rispettive amministrazioni e delle Polizie Locali all’azione di tutela, anche in chiave preventiva, dell’ordine e della sicurezza pubblica nel rigoroso rispetto delle misure anti-contagio.

I CONTROLLI - Al riguardo, si è preso atto che nella settimana dal 22 al 28 marzo, sono stati realizzati 593 servizi con l’impiego di 1294 uomini. Con specifico riferimento alla vigilanza sul rispetto delle normative anti-covid, sono state oggetto di verifica 1.322 persone e 81 attività o esercizi commerciali, sono state accertate 98 sanzioni a carico di cittadini e 2 a carico di esercizi commerciali. Per entrambi gli esercizi sanzionati è stata disposta la chiusura in via provvisoria per cinque giorni.

Nel fine settimana del 27 e 28 marzo, sono state controllate 315 persone e 31 attività commerciali e sanzionati 35 cittadini e un esercizio pubblico, che è stato chiuso per cinque giorni. Nei successivi giorni (29 e 30 marzo) sono stati controllati 354 cittadini di cui 12 sanzionate e 16 esercizi commerciali con una sanzione con chiusura provvisoria. 

«Colgo l’occasione - scrive il prefetto - delle imminenti festività pasquali, ancora connotate dalla pandemia, per rivolgere un ringraziamento agli uomini e alle donne delle forze di Polizia, delle Istituzioni dello Stato, degli Enti Locali, ai sanitari, al personale scolastico, delle Associazioni, ai sindacati e a voi tutti, cittadini, per il quotidiano comune impegno profuso per contenere la diffusione del Covid. Dopo un lungo anno di restrizioni e sacrifici, siamo provati, insofferenti, ma non dimentichi di ciò che è stato e che non vogliamo si ripeta per noi, per il territorio, per i nostri figli. I vaccini sono una realtà. Così come gli strumenti di sostegno all’economia e alle famiglie, messi in campo dal Governo, dalla Regione, dai Sindaci. Ora più che mai atteniamoci alle regole, osserviamo comportamenti corretti anche e soprattutto durante queste festività, per non vanificare quanto sinora fatto con sacrifici sul piano economico e sociale.  Possiamo e dobbiamo farcela».

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

"Paga per sbloccare il pacco": attenzione alla nuova truffa via sms

Attualità

Inps: «Nuovo tentativo di truffa tramite e-mail»

social

Bonus vacanze 2021: come funziona?

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento