Pensa di aver deluso la mamma e chiama i carabinieri per confidarsi

"Sono un bambino, vorrei parlare con uno di voi faccia a faccia": un 11enne, pensando di aver deluso la madre per un voto a scuola, ha chiamato i carabinieri per avere conforto. I militari lo hanno tranquillizzato e portato a casa

"Sono un bambino, vorrei parlare con uno di voi faccia a faccia". Inizia così la telefonata ricevuta dalla centrale operativa dell'Arma del comando di viale Beverora nella giornata del 18 gennaio. A chiamare per un avere conforto un ragazzino piacentino di 11 anni che ha scelto i militari per spiegare quanto stava vivendo. Pare che il bambino sia stato ripreso dalla madre per un voto a scuola nonostante il buon andamento scolastico e per questo motivo pensava di averla delusa. Inoltre l'avrebbe sentita llitigare con il papà e ritenendo di essere la causa della lite ha chiamato i carabinieri chiedendo conforto. Il militare ha immediatamente fatto raggiungere l'11enne da una gazzella del Radiomobile. I carabinieri lo hanno accompagnato a casa e consegnato ai genitori che lo hanno rincuorato e tranquillizzato. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Carla non ce l'ha fatta, il suo alpino Stefano la piange dopo la serenata davanti all'ospedale

  • San Nicolò, schianto all'incrocio tra un'ambulanza e un'auto: quattro feriti

  • Cacciatore cade in un dirupo e muore

  • «Noi facciamo sesso, licenziateci tutte». Il Centro Tice prende posizione sul caso della maestra di Torino

  • Nuova ordinanza della Regione: aperti i negozi nei festivi. Ma si rimane in fascia arancione

  • Farini, addio al ristoratore Adriano Figoni

Torna su
IlPiacenza è in caricamento