Cronaca

«Pallavicini porti rispetto alla polizia e a quegli agenti che lo avevano aiutato»

Sandro Chiaravalloti, segretario provinciale Siap: «Pallavicini non potendo contattare nessuno si è rivolto alla polizia di Stato per la spesa»

«Leggo le esternazioni di Carlo Pallavicini, e rimango sbigottito laddove attacca procura e i poliziotti della Questura dicendo che avrebbero fatto una porcata. Esprimo piena solidarietà ai magistrati, come rappresentante del primo sindacato di polizia a Piacenza da oltre vent'anni, anche per il prossimo anno saremo il primo, - spiega Sandro Chiaravalloti, segretario provinciale Siap -  e vorrei ricordare che Pallavicini resta comunque indagato».

«Mi spiace  - prosegue - che in questa sua esternazione, che trovo offensiva verso la polizia di Stato, non racconti alcuni fatti dove la polizia di Stato ha dato esempio di alto senso del dovere e umanità. Infatti, lo stesso Pallavicini, appena sottoposto agli arresti domiciliari, non potendo contattare nessuno si è rivolto alla polizia di Stato, quelli che a suo dire hanno fatto la porcata, in quanto non aveva viveri in casa. Una volante è andata casa sua e lui ha consegnato loro dei contanti che poi un funzionario di polizia ha trasformato in spesa e gliel'ha fatta recapitare. Queste porcate il Pallavicini non le racconta. Così come non racconta che quando gli stessi poliziotti gli hanno notificato la fine degli arresti domiciliari voleva fare un brindisi con chi ha fatto la porcata. Voglio ricordare a Pallavicini che noi ci saremo sempre ogni volta che avrà bisogno ma che, nello stesso tempo, saremo fedeli alla magistratura in difesa delle leggi che regolano la democrazia di questo Paese».

Si parla di
Sullo stesso argomento

In Evidenza

Potrebbe interessarti

«Pallavicini porti rispetto alla polizia e a quegli agenti che lo avevano aiutato»

IlPiacenza è in caricamento