Perseguita un ragazza per anni, chiesta la perizia psichiatrica

Un piacentino di 26 anni accusato di stalking. La giovane aveva anche cambiato città. L’avvocato della vittima: voglio sapere se la mia cliente può girare tranquilla o meno per la città

Perizia psichiatrica per il persecutore molesto. E’ stata disposta dal gip Giuseppe Bersani, su richiesta della parte civile, nei confronti di un piacentino, oggi di 26 anni, che per cinque anni ha molestato una ragazza 23enne di cui si era invaghito e dalla quale, naturalmente, aveva ricevuto soltanto porte chiuse in faccia. «Voglio sapere se la ragazza può girare tranquilla per la città» ha detto il legale della ragazza. Finalmente qualcuno che agisce per la sicurezza, troppo spesso invocata – dai politici in primis – e mai applicata.

Dal 2008 al 2013, l’innamorato – purtroppo in passato era stato ricoverato e aveva subito anche trattamenti sanitari obbligatori – aveva tempestato la giovane con l’armamentario classico dei molestatori: telefonate a pioggia, sms e pedinamenti. Insomma, giornate intere spese nel tentativo di conquistare la ragazza piuttosto che impiegarle in modo più proficuo. Una caratteristica di queste persone, il cui comportamento è spesso uguale, come emerge dalle inchieste e dai tanti processi che si svolgono in Tribunale.

La 23enne, studentessa a Bologna, dove si era trasferita anche per sfuggire allo spasimante, veniva spesso a Piacenza a trovare i genitori. Quando tornava in città veniva “aggredita” dal ragazzo che arrivava anche a pedinarla. Non solo, alcune amiche sono state avvicinate dal 26enne il quale chiedeva loro come poter raggiungere la studentessa. La vittima, stanca di questa persecuzione, si era rivolta alla polizia che aveva denunciato l’uomo alla procura. Il pm Antonio Colonna aveva poi coordinato l’indagine e chiesto il rinvio a giudizio dell’uomo per stalking.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane, difeso dall’avvocato Stefano Marchesi, aveva deciso di patteggiare, ma la parte civile della ragazza, l’avvocato Giovanni Oglialoro del Foro di Milano ha chiesto la perizia psichiatrica: «Voglio sapere se la mia cliente può girare tranquilla o meno per Piacenza». In febbraio, il gip affiderà l’incarico a uno psichiatra per sapere se il giovane è in grado di intendere e di volere e se è pericoloso socialmente.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Scontro tra due camion in autostrada, muore 56enne piacentino

  • Si schianta in moto contro un'auto che fa inversione, giovane all'ospedale

  • Norme anti covid, multati due locali aperti dopo mezzanotte. Nei guai anche un cliente senza mascherina

  • Ennesimo tragico infortunio sul lavoro, agricoltore muore schiacciato dal trattore

  • Ladri sfondano l'ingresso e portano via le bici da corsa, fallisce il colpo da Raschiani

  • Incidente a San Rocco, chiuso temporaneamente il ponte di Po

Torna su
Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...
IlPiacenza è in caricamento