menu camera rotate-device rotate-mobile facebook telegram twitter whatsapp apple googleplay

Persone fragili, in arrivo un sms e una lettera per la prenotazione (che parte venerdì 19)

In queste ore verranno contattati i 14mila piacentini «estremamente vulnerabili», vaccinati dal 22 marzo. Programmati gli ambulatori di prossimità a Lugagnano, Cerignale e Morfasso

A partire da ieri, lunedì 15 marzo, le persone di età compresa tra i 75 e i 79 anni hanno potuto prenotare la vaccinazione anti-SarsCov-2 attraverso i canali usuali. Per la provincia di Piacenza, l’estensione della campagna vaccinale coinvolge circa 11.700 persone, a cui si aggiungono 2.300 soggetti considerati «estremamente vulnerabili». L’avvio delle sedute vaccinali per tale categoria era in programma per domani 17 marzo: al momento le vaccinazioni sono sospese, erano già state effettuate 4.596 prenotazioni.

La categoria delle persone “estremamente vulnerabili” è stata definita a livello nazionale in relazione a determinate problematiche di salute, dalle malattie respiratorie e cardiocircolatorie a quelle autoimmuni, passando per patologie oncologiche e trapianti. Per il nostro territorio, rientrano nella condizione di estrema vulnerabilità circa 14mila soggetti. Queste persone, identificate a livello Regionale, saranno contattate direttamente dall’Azienda per consentire loro di prenotare la seduta vaccinale in tutte le sedi aziendali attive.

«Ieri e oggi partiti sono partiti 14mila sms a queste persone – ha spiegato il dg Luca Baldino – a cui seguirà anche una lettera a casa. Segnaliamo a loro che li abbiamo identificati come categoria prioritaria. Chi non ha ricevuto l’sms entro stasera e la lettera entro domenica, deve semplicemente rivolgersi al medico di famiglia per segnalarsi». Sono invitati a rivolgersi al medico di famiglia anche coloro che stanno seguendo terapie immunosoppressive.

L’apertura delle prenotazioni è prevista per venerdì 19 marzo e l’avvio delle somministrazioni fissato il 22 marzo. Per alcune categorie di «estremamente vulnerabili» sono già iniziate le vaccinazioni: nello specifico per i pazienti dializzati, effettuate nei centri dialisi provinciali, e per i pazienti oncoematologici in programma da sabato.

Si tratta, nello specifico, di:

- malattie respiratorie (Fibrosi polmonare idiopatica; altre patologie che necessitino di ossigenoterapia);

- malattie cardiocircolatorie (scompenso cardiaco in classe avanzata - IV NYHA; pazienti post shock cardiogeno);

- condizioni neurologiche e disabilità fisica, sensoriale, intellettiva, psichica (sclerosi laterale amiotrofica; sclerosi multipla; paralisi cerebrali infantili; pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive e conviventi; miastenia gravis; patologie neurologiche disimmuni);

- diabete/altre endocrinopatie severe quali ad esempio mordo di Addison (soggetti over 18 con diabete giovanile, diabete di tipo 2 e necessitano di almeno 2 farmaci ipoglicemizzanti orali o che hanno sviluppato una vasculopatia periferica con indice di Fontaine maggiore o uguale a 3);

- fibrosi cistica (pazienti da considerare per definizione ad alta fragilità per le implicazioni respiratorie tipiche della patologia di base);

- insufficienza renale/patologia renale (Pazienti sottoposti a dialisi);

- malattie autoimmuni

- immunodeficienze primitive (grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza e conviventi; immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico e conviventi);

- malattia epatica (pazienti con diagnosi di cirrosi epatica);

- malattie cerebrovascolari (evento ischemico-emorragico cerebrale che abbia compromesso l’autonomia neurologica e cognitiva del paziente affetto. Persone che hanno subito uno "stroke" nel 2020 e per gi anni precedenti con rankin maggiore o uguale a 3);

- patologia oncologica e emoglobinopatie (pazienti onco-ematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di 6 mesi dalla sospensione delle cure e conviventi. Genitori di pazienti sotto i 16 anni di età. Pazienti affetti da talassemia);

- sindrome di Down (tutti i pazienti con sindrome di Down in ragione della loro parziale competenza immunologica e della assai frequente presenza di cardiopatie congenite sono da ritenersi fragili);

- trapianto di organo solido: persone in lista di attesa e sottoposte a trapianto emopoietico dopo 3 mesi dal trapianto ed entro 1 anno dalla procedura (trapianto di organo solido o emopoietico al di fuori delle tempistiche specificate, che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l’ospite cronica in terapia immunosoppressiva e conviventi);

- grave obesità

AMBULATORI DI PROSSIMITA' 

Nel frattempo proseguono l’attività anche gli ambulatori di prossimità, ovvero le vaccinazioni di massa nei paesi del territorio (i più periferici) dove gli anziani faticano a spostarsi. L’Ausl di Piacenza in collaborazione con i professionisti della medicina convenzionata ha avviato questa tipologia di servizio, rivolta in particolare a garantire la maggior adesione possibile di anziani e grandi anziani alla campagna vaccinale.

Gli ambulatori di prossimità programmati per i prossimi giorni sono:

• Lugagnano, domani 17 marzo

• Cerignale, domani 17 marzo – 2° dose

• Morfasso, sabato 20 marzo

Sono in definizione ulteriori appuntamenti a partire dalla prossima settimana.

COME STA ANDANDO LA CAMPAGNA VACCINALE

a-15

b-14

c-12

d-10

Argomenti
Condividi
In Evidenza
Attualità

«Il giardino di via Negri è un ritrovo di spacciatori»

Ultime di Oggi
Potrebbe interessarti
In primo piano
Torna su

Canali

IlPiacenza è in caricamento